6 Nazioni U20, gli Azzurrini da Gorizia a Bari nel Torneo 2018

Spread the love
Roma – Dal confine con la Slovenia al Mare Adriatico, l’avventura della Nazionale Italiana U20 nel 6 Nazioni 2018 di categoria attraverserà tutta la Penisola.

Gli Azzurrini di Fabio Roselli e Andrea Moretti si raduneranno domenica 28 a Gorizia, dove venerdì 2 febbraio alle ore 19, allo Stadio “Enzo Bearzot”, sfideranno i Campioni in carica e vice-campioni del mondo U20 dell’Inghilterra nel turno inaugurale del Torneo.  

La sfida, organizzata dalla Rugby Udine Union Fvg in collaborazione con la neonata Gorizia Rugby Asd, il Comune di Gorizia, la Regione Friuli Venezia Giulia e PromoTurismo Fvg, il Coni regionale, l’Arma dei Carabinieri (gli Azzurrini si alleneranno nelle strutture del 13esimo Reggimento Carabinieri di Gorizia) e con il sostegno di Credit Agricole FriulAdria, è inserita nel calendario dei grandi eventi sportivi internazionali che il Coni del Friuli Venezia Giulia ha predisposto per celebrare il Centenario dalla fine della Grande Guerra.

“L’idea di fondo è quella di coinvolgere le nazioni belligeranti di 100 anni fa – spiega il Presidente del Comitato Olimpico regionale, Giorgio Brandolin – i Paesi che furono coinvolti in quello spaventoso bagno di sangue, in quella immane tragedia che fu la prima guerra mondiale. La scelta di Gorizia, come luogo d’esordio, non è causale. Quello isontino fu uno dei territori più martoriati dal conflitto, teatro di 12 sanguinose battaglie, che costarono un immenso tributo di giovani vite da entrambi i lati del fronte”.

“Le celebrazioni del Centenario – continua – vogliono, ovviamente, trasmettere un messaggio di pace. I ragazzi oggi si sfidano non più sui campi di battaglia, ma sui campi sportivi e nei palazzetti. Un bel progresso per l’umanità, che va però severamente difeso. Il ricordo della guerra deve essere un monito, stampato nella mente di ognuno di noi”.

Dopo le trasferte con Irlanda, Francia e Galles, gli Azzurrini torneranno davanti al pubblico di casa venerdì 16 marzo, ricevendo la Scozia a Bari, nel match conclusivo del Torneo. Per il capoluogo pugliese si tratta di una prima volta assoluta sul grande palcoscenico del rugby internazionale, un riconoscimento al grande sviluppo vissuto dallo sport nella Regione nell’ultimo decennio.

Gennaro Totaro, Presidente del Comitato Organizzatore Locale, ha dichiarato: ” E’ una bella opportunità per la città di Bari ricevere la Nazionale. Stiamo organizzando a corredo dell’incontro partite tra i club giovanili della Puglia e di tutto il meridione. Stiamo mobilitando anche tutte le scuole elementari e medie della città e stanno accogliendo con entusiasmo il nostro invito. Sarà una grande giornata di festa e sport.”

Al Presidente fa  eco Pietro Petruzzeli, assessore allo sport del Comune di Bari: “Ospitare il match tra Italia e Scozia U20 non può che riempirci di orgoglio. È la prima volta nella storia che Bari ospita una partita di una Nazionale italiana di rugby e sono sicuro che, grazie al calore e all’entusiasmo che crescerà attorno agli Azzurrini, non sarà l’ultima. Il rugby è al centro delle strategie di questa amministrazione e l’obiettivo che ci siamo dati è quello di garantire finalmente una casa alla Società locale, che svolge un’importante opera di promozione di valori imprescindibili non solo per lo sport, ma per tutta la società civile”.

Maggiori dettagli sulla biglietteria delle gare interne dell’Italia U20 nel 6 Nazioni di categoria sono disponibili sulla pagina Facebook ufficiale della FIR