ALBACETE AMARA, L’AMICACCI MANCA L’OBIETTIVO EUROPEO

Spread the love

La DECO Group Amicacci conclude senza vittorie il gruppo B dei Preliminari di Champions League, tenutosi nel week-end nella città spagnola di Albacete, classificandosi all’ultimo posto e mancando la qualificazione alle coppe europee.

Nella partita d’esordio cede 74-80 contro i tedeschi dell’Amburgo, pagando le difficoltà riscontrate nel terzo quarto in una gara per il resto equilibrata.Dopo un primo tempo positivo per l’Amicacci, chiuso in vantaggio 36-30, arriva la rimonta della squadra tedesca che si porta avanti fino alla doppia cifra sospinta da Ahmadi e Shabo. Il cuore di Galliano Marchionni (che mette ben 30 punti a referto). Consente di riaprire i giochi nel finale ma a spegnere le speranze c’è l’ex Balcerowki, che realizza i punti che segnano la vittoria sulla sua ex squadra.

Nella serata di venerdì arriva una netta sconfitta per 83-56, contro i francesi del Le Cannet, apparsi in una migliore condizione fisica. L’Amicacci si è spento dopo un buon avvio di gara, subendo il ritorno inarrestabile degli avversari, che chiudono i giochi già nel primo tempo, trascinati prima da Carlier e poi da Ramonet (autore di 28 punti complessivi), con il contributo dell’ex Cosimo Caiazzo.

L’Amicacci si appresta ad affrontare le ultime due partite del girone in una posizione difficile ma le speranze di qualificazione europea ancora vive. Si comincia in mattinata contro i padroni di casa dell’Albacete, ma arriva un’altra sconfitta con il punteggio di 53-70. Una gara giocata alla pari per tre quarti contro la squadra spagnola, imbattuta in stagione e tra le favorite per il titolo europeo. La squadra abruzzese tiene il punteggio in equilibrio fino all’inizio del quarto quarto con il contributo di De Maggi, Macek e Marchionni, ma poi l’attacco si spegne, permettendo all’Albacete di prendere il largo con i canestri di Manning, Marsh ed Hernandez.

L’ultima gara contro i turchi del Besiktas termina con una sconfitta per 65-55, comunque ininfluente ad evitare l’eliminazione. L’Amicacci gioca un bel terzo quarto sui due lati del campo, chiuso sul +9 con la tripla di Miceli. Gli ultimi dieci minuti sono però da dimenticare, con la squadra abruzzese che lascia un intero quarto agli avversari come accaduto nelle precedenti gare nel girone. I turchi, sospinti da Şafak (top scorer dell’incontro con 17 punti) ribaltano il punteggio e si prendono il secondo posto nel gruppo B, dietro all’Albacete, che vale i quarti di Champions League.

L’Amicacci dovrà archiviare in fretta l’amara conclusione della stagione europea per riportare l’attenzione al campionato, che riprende sin dalla prossima settimana, con la gara casalinga contro la Castelvecchio Gradisca in programma sabato 10 febbraio.

Risultati e Classifica del gruppo B

Stefano D’Andreagiovanni – Ufficio Stampa Polisportiva Amicacci