Altinier in zona cesarini acciuffa tre punti d’oro

Spread the love

10955630_810514095702108_648007438999091399_nL’Ascoli in zona cesarini conquista una vittoria che mancava dal’ 8 marzo contro la Carrarese nella 35esima giornata del girone B di Lega Pro. Il  3-2 finale permette alla formazione bianconera di recuperare tre punti al Teramo sconfitto a Prato. Mister Petrone defe fare a meno dello squalificato Mengoni sostituito da Pelagatti, in attacco  si affida ad Altinier con Grassi alle spalle mentre a centrocampo torna Altobelli al fianco di  Addae. Mister Remondina si affida a  Cellini  in attacco. Da segnalare prima dell’inizio della gara in curva un grande striscione e una enorme maglia bianconera con scritto “Gli ultras sono leali, non tradiscono la parola data: pretendiamo la maglia onorata” era presente sulla curva SUD.

 

La gara:

L’avvio della  e favorevole per la Carrarese e al’8′ trova il gol del vantaggio con Gherardi, 0-1. L’Ascoli è disorientata e al 9′ in una mischia in area bianconera la Carrarese reclama il calci odi rigore per un presunto fallo su Cellini. L’Ascoli barcolla e la Carrarese prova ad approfittarne all’11’  con Belcastro ma  Lanni è attento e para. L’Ascoli si vede al 15 con Grassi su punizione. Al 22′ Addae si conquista in prepotente la palla  conquistando un angolo. Al 23′ è ancora l’Ascoli con Altobelli a rendersi pericoloso a l’estremo difensore gialloblu blocca. Ma la Carrarese non ci sta è al 26′ trova il raddoppio ancora con Gherardi. Inizia la contestazione della tifoseria contro Petrone 0-2. La reazione dell’Ascoli giunge al 35′ con Altinier ma a due passi da Zanotti spara altissimo. L’Ascoli è ferito ma non demorde e al 38′ trova il gol che riapre la gara con Addae con un tiro di potenza in area.1-2. La prima frazione si chiude con la Carrarese in avanti per 2-1.

La seconda frazione si apre con una novità nella formazione bianconera Pirrone al posto di Chiricò. La gara scorre senza gradi emozioni. L’Ascoli fatica a concretizzare il gioco sviluppato e la Carrarese controlla senza grandi problemi. Al 52′ la gara si rianima quando Lanni nel tentativo di anticipare Cellini su una ripartenza ma è altrettanto bravo a recupera e bloccare  il pallone sui piedi del centravanti gialloblù. Al 55′ la Carrarese rimane in 10 per l’espunzione di Belcastro per doppia ammonizione. L’Ascoli ci crede e si getta in avanti e al  70′ si rende pericoloso con Pirrone. Al 74′ è ancora Lanni a chiudere la porta a Cellini. La gara scorre e al 78′ l’Ascoli trova il gol del pareggio con Perez subentrato al posto di Mustacchio. L’Ascoli ci crede alla vittoria e si getta in avanti all’85’ Addae si rende pericoloso su rovesciata. La gara sembra finita e in zona cesarini Altinier si incunea in area e trafigge Zanotti per il 3-2 finale. L’Ascoli porta a casa tre punti d’oro. Ma nonostante la vittoria il clima appare teso. Ora si deve credere e lottare tutti e remare tutti dalla stessa parte.

ASCOLI (4-2-3-1): Lanni; Avogadri, Cinaglia, Pelagatti, Dell’Orco; Addae, Altobelli (22 st Tripoli); Mustacchio (16 st Perez), Grassi, Chiricò (1′ st Pirrone); Altinier. A disp. Ragni, Mori, Nardini, Berrettoni. All. Petrone

 

CARRARESE (4-3-3): Zanotti; Berra, Teso, Lancini; Brondi, Castagnetti, Di Sabato (28 st Galli, 35 st Beltrame); Gherardi, Cellini (32 st Merini), Belcastro. A disp.: Anedda, Battistini, Ademi, Di Nardo. All. Remondina

 

ARBITRO: Fourneau di Roma 1

 

RETI: 7′ pt Gherardi, 27′ pt Belcastro, 39′ pt Addae, 38 st Perez, 48 st Altinier.

 

NOTE: ammoniti Di Sabato, Berra, Altobelli, Cinaglia, Castagnetti, Tripoli, Beltrame, Dell’Orco, Zanotti. Espulso al 16 st Belcastro per somma di ammonizioni. Rec. 2′ pt, 4 st