Approvato il Progetto MED di SVIM a supporto della Blue Economy, l’evento di lancio a Roma il 16-17 aprile

Spread the love

Aumentare l’attività transnazionale dei gruppi (cluster) innovativi regionali per sviluppare una crescita intelligente e sostenibile nel Mediterraneo: è il tema del Seminario di lancio del Progetto “4HELIX+” promosso da SVIM S.r.l. – Agenzia di sviluppo regionale della Regione Marche, col supporto del Servizio Industria PF Economia Ittica della Regione Marche – finanziato dal Programma Interreg MED, che si terrà lunedì 16 e martedì 17 aprile, a Roma, presso la sede della Regione Marche. L’evento di lancio avrà luogo ai margini della Conferenza “MADE IN MED – Crafting the Future Mediterranean”, organizzata dalla presidenza del Consiglio dei ministri d’Italia, che detiene la presidenza del Programma Interreg MED 2018, dall’Agenzia italiana per la coesione territoriale e dalla Regione del Sud Provenza-Alpi-Costa Azzurra di Francia (Autorità di gestione del programma) e servirà da vetrina ai 90 progetti in corso di attuazione.

L’iniziativa 4HELIX+ vede Sviluppo Marche s.r.l. nel ruolo di coordinatore di un partenariato composto da nove partner, rappresentativi delle otto regioni situate nei sette paesi che si affacciano sul Mediterraneo (Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Grecia, Croazia e Albania), tra cui figurano istituti universitari, Camere di commercio, Agenzie di sviluppo, incubatori d’impresa. “L’evento di lancio – dichiara l’amministratore unico Gianluca Carrabs – sarà l’occasione per una presentazione approfondita delle attività progettuali, oltre che per una riflessione più ampia sulle prospettive di sviluppo dei settori tradizionali ed emergenti, direttamente collegati alla Blue Economy nell’area mediterranea”. I partner illustreranno i primi risultati delle analisi dei contesti territoriali coinvolti, con particolare riferimento ai cluster legati all’economia del mare, nonché le opportunità che questo progetto di cooperazione territoriale offre alle PMI che vogliono rivoluzionare i propri processi, prodotti o servizi e migliorare le proprie strategie competitive, attraverso la logica della condivisione delle conoscenze e dell’innovazione, ricorrendo allo strumento di innovation voucher. Un ruolo chiave in questo percorso assumeranno le industrie culturali e creative che, attraverso la propria esperienza, nel ruolo di fornitori di servizi, potranno innescare la creatività e l’innovazione nei settori tradizionali. Il progetto, che si concluderà a luglio 2020, è dotato di un budget di oltre 2 milioni di euro, di cui circa 500 mila destinati allo schema di voucher, per sostenere la capacità di innovazione e la cultura creativa delle PMI mediterranee legate al settore marino e marittimo, considerato un importante strumento per lo sviluppo economico e la crescita occupazionale dei territori.