Ascoli buon pari con la Salernitana.

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

altL’Ascoli conquista un  buon pareggio nella 7ª giornata di Lega Pro Prima Divisione Girone B contro la Salernitana dei tanti ex (Siniscalchi, Molinari, Foggia e Mendicino ). Un punto che permette alla formazione allenata da mister  Pergolizzi di proseguire nella crescita del gruppo e al presidente Manocchio di proseguire la scia positiva da l’insediamento alla presidenza.  Mister Pergolizzi deve fare a meno di Malatesta infortunato e apporta diverse modifiche alla formazione vittoriosa contro il Grosseto, Randall siede in panchina e al suo posto ripropone Capece mentre in attacco Colomba prende il posto di  Vegnaduzzo che siede in panchina. Mister Sanderra si affida in avanti a l’ex Foggia, Gustavo e Guazzo. In tribuna presenti entrambi i presidenti Manocchio e Lotito.

 

La Gara:

 

La prima frazione si apre con un grande striscione sulla curva sud esposto da gli Ultras 1898 in ricordo di Nazzareno Filippini, in occasione del 25° anniversario della morte, il presidente Guido Manocchio, Stallone e Malatesta, hanno reso omaggio. Al ricordo durante la gara anche i sostenitori della salernitana hanno esposto uno striscione con scritto ‘Nazzareno vive’. La gara ha una avvio lento. Al 17″ la gara si accende con gol del vantaggio della salernitana con  Guazzo. Salernitana in vantaggio. La reazione dell’Ascoli fatice a concretizzarsi e la gara scorre senza gradi emozioni e dopo un minuto di recupero la prima frazione si chiude con la Salernitana in vantaggio per 1-0.

 

La seconda frazione si apre con nessun cambio rispetto agli undici rientrati negli spogliati. Mister Pergolizzi prova a cambiare ed aumentare il peso offensivo e inserisce Vegnaduzzo al posto di uno spento Scicchitano . Ma il copione non cambia la Salernitana a creare gioco e la compagine bianconera giocare di rimessa.  Al 57, Pergolizzi si gioca la carta Randall al posto di Colomba per cambiare inerzia del gioco. Al 63 l’Ascoli sfiora il pari con Di Gennaro che non riesce ad approfittare di un’uscita maldestra di Berardi su calcio piazzato di Falzerano e manda fuori di testa. Ma il gol è rimandato di poco a 68″ giunge il pareggio dell’Ascoli con Tripoli su assist di Vegnaduzzo. È l’1-1.  La gara vive di sprazzi ma vere occasioni da gol non si concretizzano e dopo quattro minuti di recuper la gara si chiude con il pareggio per 1-1.

Tabellino:

ASCOLI (4-3-1-2): Russo, Di Gennaro, Giacomini, Capece, Bianchi, Schiavino, Falzerano, Pestrin, Scicchitano (’46 Vegnaduzzo), Colomba (’57 Randall), Tripoli A disposizione: Pazzagli, Iotti, Scognamillo, Gandelli, Storani, Randall, Vegnaduzzo Allenatore: Pergolizzi

SALERNITANA (3-4-2-1): Berardi, Luciani, Rizzi, Perpetuini, Tuia, Molinari (’49 Siniscalchi), Gustavo, Esposito (’51 Capua), Guazzo (’74 Ginestra), Foggia, Volpe A disposizione: Iannarilli, Siniscalchi, Montervino, Piva, Capua, Mendicino, Ginestra Allenatore: Sanderra

Marcatori: ’17 Guazzo (S) ’68 Tripoli (A)

Ammoniti: Di Gennaro (A), Schiavino (A), Guazzo (S), Bianchi (A), Luciani (S), Pestrin (A)

Arbitro: Pietro Dei Giudici di Latina, assistenti Nicola Favia di Bari e Francesco Di Salvo di Barletta

 

Commenti:

altTripoli: Pari giusto. Noi comunque abbiamo fatto il nostro e, con qualche ripartenza fatta meglio potevamo anche vincere. Spero di continuare così, perché stiamo crescendo“.

 

 

 

Pergolizzi: E’ stato un buon punto, sono soddisfatto della gara. Certo, abbiamo fatto meglio nel secondo tempo.Alla domanda delle lamentele del presidente lotito per il campo, il mister ironizza” non siamo sui campi dell’est che sono riscaldati era scivoloso ma per il fatto che era bagnato,non potevamo asciugarlo con un phone.

Print Friendly, PDF & Email