Ascoli deferito per non aver pagato nei termi ritenute Irpef per le mensilità Gen. e feb. 2013

Spread the love

altIl procuratore federale Stefano Palazzi, su segnalazione della Covisoc, ha deferito alla Commissione Disciplinare Nazionale tre società  per non aver adempiuto nei termini stabiliti le incombenze del pagamento degli stipendi. Le società interessate sono il Bari, l’Ascoli e l’Andria Bat. Per tutte non è improbabile una penalizzazione nella prossima stagione calcistica.


Di Seguito il comunicato della Figc in merito ai deferimenti.

Il Procuratore Federale, a seguito disegnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito alla CommissioneDisciplinareNazionale: per la violazione dell’art. 85 delle N.O.I.F., lett. B), paragrafo VII), in relazione all’art. 10, comma 3, del C.G.S.:
-Il Sig. BENIGNI Roberto, legale rappresentante pro‐tempore della Società Ascoli Calcio 1898 S.p.A.; per non aver documentato agli Organi Federali competenti l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef relative agli emolumenti dovuti ai propri tesserati perle mensilità di gennaio e febbraio 2013, nei termini stabiliti dalla normativa federale;

per la violazione dell’art. 4, comma 1, del C.G.S.:
-la Società ASCOLI CALCIO1898 S.p.A.; a titolo di responsabilità diretta per le violazioni disciplinari ascritte al proprio legale rappresentante pro‐tempore