Ascoli e Pro Vercelli pari di rigore.

Spread the love

100_9810_CopyL’Ascoli conquista un punto dallo Stadio “Silvio Piola” di Vercelli contro una diretta concorrente per la salvezza e interrompe la scia negativa di due sconfiite consecutive. L’uno a uno finale portano la firma di Cacia e Marchi entrambe dal dischetto. Mister Mangia si affida al 3-5-2 con la sorpresa Milanovic parte dalla panchina come l’acciaccato Giogi coppia di attacco composta da Cacia e Petagna.

 

 

La gara.

L’Avvio del’Ascoli è brillante alla prima occasione trova il gol. Al 1’ Petagna è bravo a servire Cacia l’attaccante viene contrastato in area in modo falloso e il direttore di gara assegna il rigore. Da gli undici metri Cacia non sbaglia. Pro Vercelli – Ascoli 0-1. La  Pro Vercelli reagisce subito ma la difesa bianconera è attenta e blocca sia Scavone al 12’ sia Beretta al 15’. L’Ascoli fatica e al 21’ la Pro Vercelli trova il gol del pareggio con Marchi su calcio di rigore per fallo di Canini. Pro Vercelli – Ascoli 1-1. La Pro Vercelli ci crede e si getta in avanti alla ricerca del gol del vantaggio con pochi risultati. Al29′ è ancora la Pro Vercelli con Beretta a rendersi pericoloso  ma il tiro da posizione angolata viene respinta in tuffo da Lanni. La gara scorre senza grandi emozioni e la prima frazione si chiude con il pareggio. Al duplice fichio gli animi già caldi per alcuni contrasti in campo si accendono.

 

La seconda frazione si apre con gli stessi 22 che hanno chiuso la prima frazione. L’Ascoli appare più determinato ma il copione non cambia la Pro Vercelli in avanti che prova a fare gioco e l’Ascoli nel tentativo di sfruttare le ripartenze. La gara scorre senza grandi emozioni fino al 27’ quando l’Ascoli rimane in 10 per l’espulsione di  Benedicic per doppia ammonizione.  Ma la Pro Vercelli non sa approfittare della superiorità numerica e dopo 5 minuti di recupero la gara si chiude con il pareggio.

 

Tabellino:

 

PRO VERCELLI (3-5-2): Pigliacelli; Bani, Budel, Legati; Germano, Emmanuello (10′ s.t.Castiglia), Rossi  (40’s.t. Malonga), Scavone, Mammarella; Beretta (32’s.t. Mustacchio), Marchi. A disp. Melgrati, Berra, Sprocati, Filippini, Ardizzone, Coly. All. Claudio Foscarini.

ASCOLI (3-5-2): Lanni; Cinaglia(37′ Milanovic),Canini, Mitrea; Almici, Bianchi, Addae, Benedicic, Jankto; Cacia(Cap.)(36’s.t. Altobelli), Petagna (22′ s.t. Perez). A disp. Svedkauskas, Iotti, Dimarco, Carpani,, Giorgi, Doudou. All. Devis Mangia.

Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce. Assistente 1: Maurizio De Troia di Termoli. Assistente 2: Giovanni Baccini Conegliano. Quarto Uomo: Andrea Zanonato di Vicenza.

Reti: 2′ Cacia, 21′ Marchi

Ammonizioni: Canini (A), Mammarella (P) Almici (A), Benedicic (A.),Emmanuello (P.), Castiglia (P.), Scavone (P.), Cacia (A.), Bianchi (A.)

Espulsioni: Benedicic (A. per doppia ammonizione)

Note: recupero 1’ pt- 5′ st

 

Commenti

Mangia “E’ stata una partita difficile nel primo tempo perché, dopo il nostro vantaggio, abbiamo sofferto il ritmo della Pro Vercelli abbassandoci un po’ troppo; nel secondo tempo siamo rientrati in campo molto meglio, i ritmi dell’avversario era anche normale che calassero rispetto all’inizio e devo dire che non abbiamo rischiato nulla anche dopo l’inferiorità numerica. Ne approfitto per fare tanti auguri di buon compleanno a Carlo Mazzone, che oggi compie 79 anni, anche se avrei preferito dedicargli una vittoria”.