Ascoli Picchio 1898 : Pari in casa del Teramo per 2-2

Spread the love

ascolipicchio1898L’Ascoli chiude il campionato con il pareggio in casa del Teramo nella 38esima e ultima giornata del girone B di Lega Pro. La formazione abruzzese festeggia la promozione in serie B,  mentre la formazione bianconera già con la testa per i play off che iniziano domenica 17 maggio. Mister Petrone  come annunciato lascia a riposo tutti i diffidati e lancia una formazione inedita affidandosi in attacco a Mustacchio supportato da Chiricò, Berrettoni e Tripoli. Mister Vivarini si affida in attacco alla coppia gol Lapadula e Donnarumma.

La gara:

L’avvio della gara vede un Ascoli brillante e alla prima occasione trova il gol  con Berrettoni bravo a superare con un pallonetto dal limite dell’area  l’estremo difensore del Teramo Narduzzo. Ascoli 1 Teramo 0. L’Ascoli vuole rovinare la festa al Teramo e al 13′ è Mustacchio a rendersi pericoloso. Al 16 è di nuovo l’Ascoli a rendersi pericoloso con Berrettoni direttamente da calcio d’angolo ma la palla è salvata sulla linea da Narduzzo.Il Teramo si vede al 23′ con la punizione di Lapadula ma la conclusione s’infrange sulla barriera. Al 32′ l’Ascoli raddoppia con  Tripoli con un tiro al volo sotto al sette ottimamente servito da Nardini  con un preciso pallonetto. Al 39′  il Teramo accorcia con Donnarumma. 1-2. Il Teramo si rende nuovamente pericoloso al 40′ con  Lapadula. L’Ascoli gioca di rimessa e al 41 è  Mustacchio  a rendersi pericoloso. La prima frazione si chiude con l’Ascoli in vantaggio per 2-1.

 

La seconda frazione si apre con gli stessi 22 che hanno chiuso la prima frazione. La gara scorre senza grandi emozioni. Al 56′ il Termo trovano il pareggio con  Donnarumma bravo a finalizzare un scambio con Lapadula. Al 78′ il Teramo si procura un calcio di rigore con Lapadula per  fallo in area da Cinaglia. Cartellino rosso per il difensore bianconero. Dal dischetto Lapadula si fa parare la conclusione dall’estremo difensore bianconero Ragni. La gara scorre senza grandi emozioni e si conclude dopo 3 minuti di recupero con il pareggio per 2-2. Il Teramo inizia la festa promozione mentre l’Ascoli è già con la testa per la gara play-off di domenica 17 contro la Reggiana.

 

TERAMO (3-5-2): Narduzzo; Caidi, Speranza, Diakitè; Brugaletta (37′ st Lulli), Fiore, Amadio, Cenciarelli (18 st Petrella), Masullo; Donnarumma (23′ st Bucchi), Lapadula. A disp. Tonti, Scipioni, Di Matteo, Di Paolantonio. All. Vivarini

 

ASCOLI (4-4-2): Ragni; Avogadri, Pelagatti, Cinaglia, Dell’Orco; Mustacchio (25′ st Liberati) Nardini, Gualdi, Chiricò (31 st Carpani); Berrettoni, Tripoli (39 st Giovannini). A disp. D’Egidio, Mori, Cristiano Rossi, Di Sabato.

 

ARBITRO: Sig. Colarossi di Roma 2

 

RETI: 5 ‘pt Berrettoni, 31′ pt Tripoli, 38 pt, 12’ st Donnarumma

 

NOTE: ammonito Pelagatti. Espulso Cinaglia al 35 st per aver impedito una chiara occasione da rete del Teramo. Nell’occasione l’arbitro concede il rigore: al 37′ st Lapadula dal dischetto si fa respingere il tiro da Ragni. Rec. 3 st.