ASCOLI PICENO: International Piceno Sprint Cup Gara Internazionale di ciclismo su Pista UCI CL2

Spread the love

Due importanti competizioni del ciclismo su pista si sono svolte nei giorni scorsi nel capoluogo piceno. In collaborazione con l’ UCI ( Unione Ciclistica Internazionale) e organizzati dal Team Ceci Dreambike Centro pista Ascoli.

Sotto l’egida del presidente Claudio Ceci; per la prima volta nella regione Marche, presso il velodromo ascolano di Monticelli, si sono confrontati alcuni tra i più illustri esponenti mondiali delle gare su pista. L’apertura della settimana internazionale è stata dedicata ai Campionati italiani assoluti Sprint e Kerin uomini Open e donne Elite. Successivamente si è svolto L’International Piceno Cup Sprint 2017. Le gare, tutte di alto contenuto agonistico e tecnico, hanno entusiasmato sia gli addetti ai lavori che tutti gli spettatori: molti dei quali, per la prima volta, hanno potuto assistere dal vivo alle evoluzioni stilistiche, alle gestualità e alla velocità di atleti di assoluto valore mondiale. Il Campionato italiano della velocità ha visto primeggiare il campione in carica Luca Ceci, che in finale ha superato il cugino Davide (caduto nella seconda manche). Nel Kerin si è imposto Dario Zampieri, già terzo nella velocità. il neo tricolore, giunto ad Ascoli in gran spolvero, ha saputo sfruttare anche le non eccelse condizioni fisiche del campione italiano in carica Francesco Ceci, reduce da un recente infortunio. Tra le donne l’ inarrestabile campionessa Maila Andreotti ha conquistato il titolo tricolore Elite sia nella velocità che nel Kerin. Al secondo posto nella velocità si è classificata Miriam Vece, terza Elena Bissolati; le due pistard, a parti invertite, sono giunte dietro la forte friulana nella specialità del Kerin. L’International Piceno Sprint Cup, manifestazione che assegnava punti utili per il ranking mondiale, ha esaltato il talento dello spagnolo Juan Gascon Peralta che ha vinto il torneo di velocità battendo nella finalissima Luca Ceci, quest’ ultimo si è preso una bella rivincita nel Kerin; nell’ Omnium uomini, in evidenza il greco Christos Volikakis. Tra le donne hanno imposto la loro supremazia l’ irlandese Robyn Steward e ancora l’ italiana Maila Andreotti. Nello score dei vincitori, anche questa volta i pistard ascolani, che nel corso degli anni hanno monopolizzato le classifiche nazionali, conquistando anche importanti trofei sulle piste di tutto il mondo. Davide, Francesco, Luca Ceci, in rigoroso ordine alfabetico, attraverso la passione, il sacrificio, il duro e ripetuto impegno, hanno costruito un’ importante storia sportiva che ha la sua genesi nella famiglia e si consolida e prende forma proprio sull’asfalto ancora intriso di sudore del velodromo piceno. Sono atleti veri, fieri delle loro gesta, e di dare, con i ripetuti successi sportivi, lustro alla città di Ascoli Piceno.