Ascoli Primavera, Todorov stende il Palermo

Spread the love

Image La Primavera dell’Ascoli si aggiudica in casa il big match con il Palermo grazie alla rete messa a segno al 20’ della ripresa da Todorov, entrato tre minuti prima.

La partita fra le due formazioni è stata disputata al mattino per consentire agli ospiti di imbarcarsi in tempo per il rientro in Sicilia.

Al termine del match mister Fabbro ha dichiarato: "Oggi abbiamo incontrato la squadra più forte del campionato, che, non a caso, è giunta in semifinale al Torneo di Viareggio; ben messi in campo, i rosanero ci hanno messo in difficoltà, pur senza rendersi veramente pericolosi; si è trattato di una partita durissima, combattuta soprattutto a centrocampo. Noi non abbiamo disputato una delle nostre migliori prestazioni, ma siamo stati cinici riuscendo a concretizzare con Todorov una delle due occasioni avute nel corso dell’incontro (l’altra è capitata sui piedi di Fankà). Ho dovuto opererare dei cambi: William, già ammonito, era un po’ contratto nei movimenti, così ho inserito Pacini, Todorov ha preso il posto di De Vecchis e, al posto di Margarita, che aveva dato una grande mano in fase di copertura, ho dato spazio a Mandorlini. Oggi ci siamo ripresi quello che la sorte ci aveva negato nella gara di andata, quando perdemmo nonostante le cinque palle gol create".

ASCOLI: Giordani, Fankà, Di Antonio, William (1’ s.t. Pacini), Sorgi, Rosania, Di Lillo, Ilari, Cognigni, Margarita (25’ s.t. Mandorlini), De Vecchis (17’ s.t. Todorov). A disp.: Durandi, Cusimano, Di Bisceglia, D’Angelo. All.: Fabbro.

PALERMO: Ingrassia, Costantino, Mazzotta, Davi (41’ s.t. Pergolizzi), Siragusa (30’ s.t. Carioto), Adamo, Corsino, Temperino, Giovio, Misuraca, Conti (39’ s.t. Testa). A disp.: Polizzi, Romeo, Cappelletti, Zappalà. All.: Pergolizzi.

Arbitro: Sig. Corradini di Macerata

Ammoniti: William, Sorgi, Ilari, Margarita (A.); Costantino, Conti (P.).
Espulsi: 45’ s.t. Corsino (P.)