Calcio Promozione: L´A.S.D. MONTICELLI “VOLA” IN…ECCELLENZA!

Spread the love

altUn sogno!  Un sogno che si avvera…  In un tardo pomeriggio di un ventiquattro maggio (strana ricorrenza con il Piave che, nel 1918, mormorava “calmo e placido” al passaggio dei primi fanti) decisamente assolato e pieno di emozioni, la formazione del presidente Franco Paoletti, entra, di diritto nella storia.
Una storia fatta, peraltro, di piccole, grandi cose.
Ed ecco che, in poco più di trent´anni, la squadra di calcio di questo quartiere, pur mantenendo la propria ideologia, intesa, soprattutto, come centro di aggregazione di tanti giovani, ha fatto passi da gigante.
Crescendo, di anno in anno, con il suo promettente settore giovanile e la sua numerosissima scuola calcio.
E da questa sera, anche con la sua “Prima Squadra” che, con merito, entra, finalmente, nel calcio che conta: in Eccellenza.
Un Eccellenza, conquistata sul campo, dopo oltre due ore di gioco (per 80 minuti circa, in inferiorità numerica), che ha avuto il suo epilogo con la classica “lotteria” dei rigori.
A Montegranaro, nello splendido impianto dello stadio “La Croce”, c´è il pubblico delle grandi occasioni.
Sono davvero tanti i tifosi che, da Ancona ed Ascoli, con ogni mezzo, hanno raggiunto il comune fermano.
Dorica Torette e A.S.D. Monticelli, vincitrici, rispettivamente, dei play off del girone A e B, del Campionato di Promozione, si affrontano per la prima volta.
La posta in palio è altissima.
A dirigere questa finale regionale, è stato designato il signor Monaldi di Macerata, con i due assistenti Camela (Fm) e Dintauri (Pu).
Nella formazione di Tonelli-Iachini, oltre agli infortunati Luciani, Sosi e Monaco, assente, dell´ultim´ora, anche il forte centrocampista Alijevic.
In campo, dal primo minuto, i due “fuori quota”, Sorci e Battilana, accanto a La Vista, dietro alle due punte Filiaggi e Marozzi. In panchina, insieme ai babies Luzi, Regoli, Cappelli e Lappani, anche Aloisi ed il “bomber” Di Simplicio.
Parte subito fortissimo la Dorica e con il suo centravanti, Bugiolacchi (16 reti), al 7´ e al 16´ va vicinissimo al gol; splendido, soprattutto, sul secondo intervento, il portiere Castorani, che, con una vera prodezza e grandi riflessi, riesce a salvare la sua porta.
Ma nulla può, al 25´, quando lo stesso numero nove, dentro l´area, salta, indisturbato, su un cross che proviene da destra e di testa insacca. 1-0.
La reazione degli ascolani (anche stavolta in maglia oro), sta tutta nelle giocate di Filiaggi, certamente, il migliore in campo.
Le azioni più pericolose, partono, quasi sempre, dai suoi piedi.
Intorno alla mezzora ci provano La Vista e poi Marozzi, ma il giovane portiere Gatto, fa buona guardia.
Poi, al 45´, prima di un calcio di punizione, Adamoli e Rossi, si strattonano nell´area anconetana e quest´ultimo, cade a terra.
Il signor Monaldi, senza esitare, estrae il rosso per il difensore ascolano.
Sugli sviluppi di questa azione, in inferiorità numerica, il Monticelli pareggia.
E´ bravissimo l´attaccante Marozzi (terza rete consecutiva) a riprendere una corta respinta ed infilare l´estremo difensore dorico. 1-1.
Dopo l´intervallo, ascolani, subito, vicinissimi alla segnatura con Sorci; il suo colpo di testa sfiora l´incrocio e Marozzi, al 53´, ben imbeccato da Filiaggi, fa tremare la difesa avversaria che riesce a salvarsi in corner.
Il gran caldo, pian piano, abbassa il ritmo del gioco.
La compagine di mister Lombardi, con l´uomo in più, non riesce a dare vivacità alla sua manovra.
Anche se al 67´, si rende pericolosissima, ancora, con Bugiolacchi che, su assist di Petitti, in scivolata, mette fuori da pochi passi.
Al 70´ Alosi rileva Sorci e al 75´, Di Simplicio sostituisce La Vista.
Poi, all´80 c´è il “Filiaggi-show”.
L´estroso attaccante, dalla sua area, si fa quaranta metri di campo in progressione, salta un paio di uomini e col sinistro, accarezza, il palo alla destra di Gatto.
Sarebbe stato un “euro-gol”…
Si va ai supplementari.
Dopo due minuti, Domenichelli, entra in area e di sinistro batte a rete; la palla va dritta sul palo e poi rientra in campo e finisce tra le braccia di Castorani.
Questa l´emozione più grande prima dei rigori.
Sul dischetto, il Monticelli fa l´en plein, mentre, la Dorica, fallisce, con Bugari, che si fa parare il penalty da Castorani.
E´ Di Simplicio, l´ultimo rigorista, a battere Gatto e dare inizio ai festeggiamenti.
“E´ un traguardo storico!” – ci dice, visibilmente, emozionato il presidente Paoletti.
“Ho sempre creduto nella forza di questa squadra e nel grande cuore di questi, fantastici ragazzi”.
Ascoli, da questa sera, grazie all´A.S.D. Monticelli, è diventata, sicuramente, un po´ più importante.
Anche se, solo, nel calcio…

TABELLINO DELL´INCONTRO

DORICA TORRETTE: Gatto, Zoli (86´ Mossotti), Rossi, Gramacci, Santarelli (52´ Bugari) Pucci, Carbone
(69´ Candelaresi), Petitti, Bugiolacchi, Ripanti, Domenichelli.
A disp. Micucci, Mariani Primiani, Galeazzi, Orciani. All. Lombardi

A.S.D. MONTICELLI: Castorani, Menchini, Cinesi, Minnolini, Stangoni, Adamoli, Sorci (70´ Aloisi), Battilana, Filiaggi, La Vista (75´ Di Simplicio), Marozzi.
A disp. Luzi, Regoli, Cappelli, Lappani, Tonelli. All. Iachini.

ARBITRO: Monaldi di Macerata

RETI: 25´ Bugiolacchi, 48´ Marozzi

CALCI DI RIGORE: Menchini gol, Bugari parato, Marozzi gol, Gramacci gol, Filiaggi gol, Mossotti gol, Aloisi gol, Petitti gol, Di Simplicio gol