CONSULTA COMUNALE PER LE PROBLEMATICHE SULLA DISABILITA’

Spread the love

altNell’ambito della collaborazione della Consulta Comunale per la disabilità ,dobbiamo segnalare l’impegno dell’Amministrazione Comunale di Ascoli Piceno nell’assicurare alle persone con disabilità il diritto alla piena integrazione  si concretizza, oltre che nella costante attenzione alle problematiche relative alla disabilità, anche in un significativo sforzo a mantenere i livelli di cura e la qualità dei servizi, soprattutto in un anno come questo, orribile dal punto di vista finanziario.

In particolare parliamo di servizi essenziali rivolti ai minori come l’assistenza all’autonomia e alla comunicazione per gli alunni disabili, che vede un impegno economico di 700.000 euro, che copre praticamente per intero la richiesta degli istituti scolatici, servizio per il quale l’Amministrazione ha ricevuto il plauso dei dirigenti scolastici, e il servizio di assistenza domiciliare che, tra adulti e minori disabili supera i 600.000 euro. I servizi rivolti ai disabili sono tutti supportati dal trasporto che raggiunge il costo di 320.000 euro. Anche il mantenimento delle strutture, diurno e residenziale, richiede un impegno economico rilevante che ammonta a 330.000 euro a struttura.

Oltre a questi servizi vengono attuati altri interventi, come le borse lavoro, la musico terapia e la nuoto terapia e il Progetto Vita Indipendente finanziato dalla Regione Marche con un cofinanziamento del 15% del Comune, il più alto tra tutti i comuni della Regione, che da quest’anno passerà da tre a sette destinatari tra i disabili gravi.

 

E’ importante sottolineare che questa amministrazione, a differenza di altri  comuni, non ha ridotto i servizi sociali e che  questi risultati siano stati conseguiti grazie ad una programmazione seria ed attenta, unita ad una scrupolosa revisione della spesa comunale che non ha visto l’aggravio sulle tasche dei cittadini, visto che nel nostro Comune abbiamo l’IMU più bassa fra le 5 città capoluogo della Regione. Pur non disponendo di risorse provenienti dal socio-sanitario, come avviene invece a Pesaro o Ancona, il Comune di Ascoli riesce a mantenere un livello di welfare tra i più alti delle Marche, a conferma della centralità che le politiche familiari e di sostegno alle fasce più fragili ha nell’azione amministrativa comunale.

 

Vogliamo sottolineare la disponibilità del Sindaco Guido Castelli e dell’assessore Donatella Ferretti ad una continua collaborazione con la Consulta comunale in materia di disabilità,di abbattimento delle barriere architettoniche ,e alla conclusione del progetto di messa a norma della linea urbana del trasporto pubblico per il trasporto delle persone con disabilità non deambulanti,che speriamo si concluda al più presto.

 

Inoltre speriamo che gli altri comuni limitrofi riescano a cancellare i tagli effettuati alle ore cdi sostegno di molti bambini e ragazzi con disabilità.

 

Frà l’altro ci hanno informato che su sollecitazione del presidente della Consulta Velia De Regis, l’ufficio traffico del comune di Ascoli Piceno ha dato mandato all’economato l’acquisto di 5.000 contrassegni europei per disabili, risultando  uno dei primi ad applicare la norma prevista dal codice stradale sul contrassegno europeo

 

 

Il presidente della Consulta

Velia De Regis