Corsa in montagna, l’ascolana Carlini trionfa in Francia

Spread the love

Image Un'ascolana sul tetto del mondo. Non si tratta di una scalata da record ma poco ci manca considerata l'impresa compiuta dalla giovanissima Alessandra Carlini la quale ha permesso alla già prestigiosa bacheca dello sport locale di potersi fregiare di un trofeo che le mancava.

Alessandra, insieme ad altri compagni di squadra dell'Ascoli Avis Marathon, è stata tra i protagonisti del "raid notturno Neander Trail", una particolare gara di notte con partenza alle ore 20 da Camp d'Argent (1740 metri) sulle Alpe Marittime francesi e arrivo a Cap d'Ail in Costa Azzurra. Gran parte della competizione è stata corsa in notturna con l'ausilio di pile frontali per sconfiggere sia il buio che la nebbia. Si è corso su sentieri di montagna con un dislivello complessivo di oltre 6000 metri per una lunghezza di 53km. Oltre alla Carlini gli ascolani in gara erano Emidio Biondi, Giuseppe Carosi, Luciano Clementi, Marco Marini ed Emidio Gaspari. Giunti sulla vetta finale del Monte Baudon sono stati ripagati dell'enorme sforzo godendo di un panorama mozzafiato su Nizza e Montecarlo by night. Alessandra Carlini, che ha già vinto altre gare di specialità, è risultata prima assoluta tra le donne col tempo di 8 ore e 22 minuti. Alle sue spalle l'italiana Cristina Cassiani e la francese Beatrice David. Primo degli ascolani Giuseppe Carosi che ha concluso al 18^ posto la gara vinta dal transalpino Antoine Guillon.