Crisi al Comunanza58, un comitato per salvare la squadra

Spread the love

Image Per il Comunanza58, ancora nubi all’orizzonte, ma non foriere di….tsunami. Anche se la crisi è ancora in alto mare, qualcosa di positivo è emerso, in occasione della riunione fortemente voluta dal primo cittadino, che si è tenuta presso la sala consiliare.

Il sindaco Annibali Stortoni, il presidente dimissionario Remo Perugini e l’assessore Stortoni, con i loro interventi hanno fatto capire che possibili soluzioni non mancano. Si tratta solo di vedere come risponderanno le persone che saranno contattate da un apposito comitato, che si adopererà in tal senso, per portare in rada la navicella giallorossa. E’ la soluzione, almeno per il momento, che politici, ex dirigenti del club giallorosso (presente Nicola Gismondi ex presidente) e ospiti intervenuti, hanno ritenuta più consona. Ora, non rimane che sperare nell’esito di questo sondaggio, se così vogliamo definirlo, per capire quanto a cuore stia ai comunanzesi il Comunanza58. Un patrimonio che non può andare disperso dopo che con tanti sacrifici, Comunanza calcio è entrata nel novero di quelle società che contano. E a proposito dei nuovi soci che entreranno a far parte del club giallorosso, il sindaco Annibali, teneva a precisare: "Saranno soci consiglieri che nomineranno il direttivo della società e contribuiranno a dare maggiori stimoli, non solo alla cittadinanza, ma anche alla squadra. Insomma, saranno persone impegnate e a disposizione a 360 gradi". In questo contesto, ancora una volta, emerge la figura e la personalità di Perugini, persona carismatica, il cui attaccamento alla squadra o meglio alla sua creatura, lo ha evidenziato anche in questi momenti di crisi. "Per il bene della squadra e di Comunanza, non mi tiro indietro né mi faccio da parte. Sono a disposizione della società per qualsiasi mio intervento che possa aiutare a superare questo momento poco felice che attraversa il club comunanzese". Al sindaco Annibali non è rimasto che prendere atto e ringraziare Perugini. Sintomi di ripensamento da parte dell’ex "number one"? Chi lo sa! Intanto, per il momento, niente facili illusioni. Bisogna, invece, accelerare i tempi prima che sia troppo tardi. Si spera che imprenditori, commercianti, pubblico e supporter si stringono, compatti, intorno alla società per una operazione di salvataggio che se al momento che scriviamo, sembra lontano….anni luce, invece potrebbe trovare una immediata soluzione solo che tutti lo vogliono per il bene del Comunanza58.