ELF CIV Barni racing vince in SBK, ora spinelli è in testa in moto 3

Spread the love

È stato un weekend di doppiette. In SBK e Moto3. E di grandi emozioni. In SS600 e nelle altre classi. Il round 1 dell’ELF CIV 2018 dal Misano World Circuit ha consegnato una SBK saldamente nelle mani di Michele Pirro e del Barni Racing Team, a doppietta anche oggi. Comincia infatti nel migliore dei modi l’ELF CIV 2018 per le Ducati di Marco Barnabò, con il Tester Ducati e Campione in carica SBK che ha trionfato anche oggi alla sua maniera, andando a vincere in solitaria e firmando il best lap della gara. Dietro di lui quella che ormai è una conferma: Matteo Ferrari. Il numero 11 del team Barni ha provato a non far scappare il rivale nei primi giri, salvo poi arrendersi al suo ritmo ma mettendo comunque in fila gli altri avversari e dimostrando che il miglior giovane della SBK è lui. A chiudere il podio la BMW DMR Racing di Luca Vitali, sfortunato ieri in gara, out per una caduta, alla quale ha rimediato nel migliore dei modi oggi. Ai piedi del podio, vicinissimo a Vitali, la Yamaha di Alessandro Andreozzi (Faieta Motor by Speed Action), seguita dall’altro giovane della SBK, Axel Bassani, con Matteo Baiocco (Nuova M2 Racing) 6° e Lorenzo Zanetti (Ducati Motocorsa) 7° in gran rimonta dopo un errore che lo aveva relegato nelle retrovie. In classifica generale Pirro è a punteggio pieno seguito da Ferrari 40 p. con Andreozzi a 26 p. e Zanetti a 25 p.

Una bagarre con 8 piloti protagonisti. Dal primo all’ultimo giro. Il livello della Moto3 dell’ELF CIV è sempre più alto, ma a trionfare, in una gara caratterizzata da sorpassi e controsorpassi è ancora Nicholas Spinelli. Doppietta quindi per il pilota Gresini Racing Junior Team, che inizia come meglio non poteva il suo 2018. Dietro di lui a portarsi a casa la seconda posizione è il rivale designato, Kevin Zannoni con la TM del Factory Racing 3570 MTA e a chiudere il podio un’altra TM, quella di Raffaele Fusco del team Gradara Corse, con le prime 3 posizioni occupate da piloti facenti parte del progetto Talenti Azzurri FMI. Gara con un ritmo non altissimo a causa delle grandi battaglie in pista e che ha visto arrivare in volata insieme ai primi 3 Nicola Carraro (Team Minimoto Portomaggiore), Elia Bartolini (RMU VR46 Riders Academy) autore anche del best lap, Riccardo Rossi, Lorenzo Bartalesi e Anthony Groppi. Sfortuna per Edoardo Sintoni (Pro Racing KTM). In classifica generale Spinelli a punteggio pieno, seguito da Zannoni e Carraro a 33 p. con Bartolini a 27.

Gara da brividi nella SS600, nella quale ha trionfato la grinta e la determinazione di Davide Stirpe. Il Campione in carica sulla MV Agusta del Team Extreme Racing Bardahl ha lottato senza mai risparmiarsi con i suoi tanti avversari, tenendo duro fino all’ultimo e andando a cogliere meritatamente la prima vittoria 2018. Dietro di lui onore al merito per la seconda posizione di Marco Bussolotti (Rosso Corsa Edard Yamaha) autore di una grande battaglia con Stirpe, seguito da Kevin Manfredi (Team Rosso e Nero Yamaha) bravo a resistere all’attacco di Gabellini nel finale, con il pilota Gas Racing Team Yamaha che ha chiuso ai piedi del podio, davanti al compagno di squadra Massimo Roccoli. In classifica generale c’è Manfredi in testa (41 p.) seguito da Stirpe (36 p.) con Bussolotti e Gabellini a pari punti (33).

Doppietta per Alberto Surra (2 Wheels Polito) nella Premoto3 250. Il pilota parte del progetto Talenti Azzurri FMI ha trionfato anche oggi grazie ad un gran sorpasso nel finale su Mattia Rato (RMU) dimostrando così di essere il pretendente numero 1 al titolo. La 3° posizione è andata ad Alessandro Morosi (Full Moto Squadra Corse RMU). Nella classifica di Campionato Surra è al comando a punteggio pieno seguito da Mongiardo e Mastroluca a pari punti (29). Cambio di vincitori invece nella Premoto3 125, perché a trionfare oggi è stato Jacopo Hosciuc (Honda) dopo essere riuscito a resistere agli attacchi degli avversari, primo fra tutti Filippo Bianchi (RMU) 2° e Guido Fina (Honda) 3°. In classifica generale Hosciuc e Bianchi sono in testa a pari punti (45), seguiti da Fina (32 p.).

Sorpresa nella SS300. La categoria che ci ha sempre abituato a vittorie al fotofinish ha visto oggi il dominio di Thomas Brianti (KTM). Il pilota parte del progetto Talenti Azzurri FMI, dopo il problema tecnico di ieri, ha risposto oggi con una gara fantastica, nella quale ha firmato il best lap ed ha dato un distacco di oltre 8 secondi ai suoi avversari, facendo il vuoto alle sua spalle ed andando a vincere in solitaria. Dietro di lui però la SS300 ha rispecchiato i suoi valori abituali, con una volata finale da brividi che ha premiato lo spagnolo Luna Bayen (CM Racing Kawasaki) secondo con Kevin Sabatucci (ProGP Racing Yamaha) che ha bissato il podio di ieri, guidando ancora sopra la sua condizione fisica non al meglio a causa di un recente infortunio. Dietro di loro hanno chiuso a brevissima distanza Luca Bernardi (Team Trasimeno Yamaha), Manuel Bastianelli (Prodina Ircos Kawasaki), Francesco Pastore (CH4 Racing Team Yamaha) e Jacopo Facco (Yamaha). In classifica generale conduce Bastianelli (36 p.) davanti a Bernardi (33 p.) e Sabatucci (32 p.).

L’ELF CIV tornerà in pista il 5 e 6 maggio con il round 2 dal circuito del Mugello.