GARA A SENSO UNICO IN INGHILTERRA: SECONDA SCONFITTA CONSECUTIVA CONTRO GLOUCESTER

Spread the love

Gloucester (Inghilterra), Kingsholm Stadium – 16 Dicembre 2017

EPCR Challenge Cup 2017/18, Round 4

Gloucester vs Zebre Rugby Club 69-12 (p.t. 45-0) 

Marcatori: 7‘ m Halaifonua tr Twelvetrees (5-0); 12‘ m Thorley (12-0); 16‘ m Halaifonua (17-0); 19‘ m Sharples tr Twelvetrees (24-0); 26‘ m Safe tr Twelvetrees (31-0); 34‘ m Sharples tr Twelvetrees (38-0); 40‘ m Orr tr Twelvetrees (45-0); s.t. 2‘ m Thorley tr Twelvetrees (52-0); 6‘ m Matu’u (57-0); 16‘ m Thorley tr Williams (64-0); 30‘ m Bordoli (64-5); 34‘ m Thorley (69-5); 40‘ m Biagi tr Bordoli (69-12);

 

Gloucester: Sharples, Thorley, Twelvetrees (8’ s.t. Purdy), Atkinson, Halaifonua, Burns (1’ s.t. Williams), Vellacott; Clarke, Safe, Polledri (5’ s.t. Beckett), Galarza, Slater (cap), Hohneck (5’ s.t. Denman), Matu’u (28’ s.t. Hibbard), Orr (28’ s.t. McAllister) (Non entrati: Savage, Heinz) All. Ackermann

Zebre Rugby Club: Gaffney (1’ s.t Azzolini), Pratichetti, Bisegni, Afamasaga, Venditti (26’ Minozzi, 32’ Venditti), Bordoli, Palazzani (28’ s.t. Raffaele); Mbandà, Minnie, Sarto (8’ s.t Luus, 16’ s.t. Sarto), Biagi (cap) (1’ s.t. Bernabò), Krumov (28’ s.t. Biagi), Tenga (28’ s.t. Chistolini), Luus (1’ s.t. D’Apice), Ah-Nau (1’ s.t. De Marchi) (Non entrato: Panico) All. Bradley 

Arbitro: Pierre Brousset (Fédération Française Rugby)

Assistenti: Adrien Descottes e Eric Soulan (entrambi Fédération Française Rugby)

Calciatori: Twelvetrees (Gloucester) 6/9 , Williams (Gloucester) 1/2, Bordoli (Zebre Rugby Club) 1/2

Cartellini: al 10° giallo a Gaffney (Zebre Rugby Club), al 3° s.t. giallo a D’Apice (Zebre Rugby Club), al 21’ s.t. giallo a Clarke (Gloucester)

Man of the match: Thorley (Gloucester)

Punti in classifica: Gloucester 5, Zebre Rugby Club 0

Note: Cielo parzialmente nuvoloso. Temperatura 6° ..Terreno in discrete condizioni. Spettatori 8927

Commento: Ultima trasferta straniera per le Zebre Rugby quest’oggi; i bianconeri hanno affrontato l’unica gara inglese della stagione, quella valida per il 4° turno della coppa europea EPCR Challenge Cup. Avversari di turno i biancorossi del Gloucester –finalisti della scorsa edizione- affrontati sabato scorso a Parma. Al Lanfranchi non bastarono 4 mete ai bianconeri per superare gli inglesi nel 26-33 finale; gara totalmente diversa questo pomeriggio al Kingsholm Stadium dove i padroni di casa –secondi nel campionato inglese- hanno trovato già nel primo tempo vittoria e bonus offensivo, anche sfruttando la superiorità numerica iniziale. La musica non cambia nella ripresa dove Gloucester preme sull’acceleratore trovando altre due mete in superiorità numerica per il giallo all’ex di turno D’Apice. Nel finale di gara c’è gloria anche per le Zebre che segnano a dieci dal termine con Bordoli dopo il giallo alla terza linea inglese Clarke. Dopo la quarta meta personale di Thorley a tempo scaduto i bianconeri segnano la loro seconda meta di giornata col capitano Biagi. Quarta sconfitta consecutiva nella competizione per la franchigia di base a Parma che ritroverà l’ultima parte della fase a gironi a metà gennaio con la doppia sfida alle francesi Pau e Agen, con l’ultima gara al Lanfranchi.

Cronaca: Dopo una maul le Zebre ottengono un fallo sulla metà campo che Bordoli spedisce in touche sui 22. Il capitano inglese Slater disturba la rimessa italiana. Dopo una mischia nei 22 arriva il fallo a favore di Gloucester che risale. Il primo attacco alla mano inglese non é preciso; ovale recuperato e ricalciato in rimessa dalle Zebre Rugby. Minnie é portato fuori dal campo dalla difesa di casa. Dopo al rimessa in attacco l’apertura Burns con un calcio-passaggio trova l’ala Halaifonua per la prima meta dell’incontro a Gloucester. Le Zebre poco dopo rimangono in 14 per il giallo a Gaffney. L’irlandese ferma con un in avanti volontario una pericolosa azione di Clarke. Gloucester sfrutta subito la superiorità numerica andando in meta con l’ala Thorley con Twelvetrees che stavolta sbaglia dalla piazzola. Padroni di casa scatenati: un break dai propri 22 é fermato irregolarmente dalle Zebre sulla metà campo. Burns decide per la rimessa: il drive é fermato ma il multifase porta alla terza meta inglese ancora con il calcetto di Burns recuperato da Halaifonua. Al 20° nuovo assalto inglese fermato ancora irregolarmente con un in avanti volontario; questa volta l’arbitro francese concede solo il fallo ai “cherry & white”. Burns decide per la touche. Dopo la rimessa é Sharples a rompere un placcaggio e segnare in mezzo ai pali la quarta meta inglese della gara, trasformata da Twelvetrees. Rientra Gaffney dopo l’ammonizione. Tre le mete inglesi in superiorità numerica. Le Zebre risalgono grazie ad un fallo in ruck che Bordoli calcia in rimessa sui 22. Dopo il lancio di Luus gli avanti inglesi costringono l’attacco italiano all’in-avanti e recuperano il possesso dell’ovale. Avanza Gloucester con un abella corsa di Twelvetrees e diversi offloads. Dopo l’accelerazione di Clarke é il giovane terza linea Safe a segnare per gli inglesi. Il centro trasforma e fa 3/5 dalla piazzola. Si abbassa il ritmo al Kingsholm grazie ad alcune mischie giocate sulla metà campo. Ci prova Gaffney ad accendere le Zebre: il suo calcetto mette pressione con gli ospiti che vincono il possesso nei 22 inglesi. Dopo tante fasi arriva il turnover per Gloucester sui cinque metri. L’italo-inglese Polledri infiamma il pubblico di casa con un break, il flanker corre tutto il campo e ricicla per la meta di Sharples, trasformata. Possesso sempre inglese con la seconda linea Galarza che ruba una rimessa. Gloucester trova anche un fallo. Il calcio di Burns non é preciso e non trova la rimessa. Le Zebre giocano alla mano ma un placcaggio positivo inglese fa recuperare a Gloucester il pallone sui 22 italiani. E’ il pilone Orr a trovare a tempo scaduto la settima meta del Gloucester, trasformata dal centro Twelvetrees.

La musica non cambia ad inizio ripresa nonostante i tanti cambi bianconeri: Clarke riceve un fallo a favore sul punto d’incontro col neo entrato Williams che calcia in touche. La maul inglese avanza con lo stesso Williams che poi trova Thorley con un calcio passaggio per la prima meta della ripresa, trasformata. Ancora molto attivo Polledri che trova il break ad il fallo italiano. E’ ancora la maul la soluzione offensiva preferita da Gloucester con l’ex D’Apice che fa crollare il drive irregolarmente, venendo ammonito dall’arbitro francese. Ancora una mail ed ancora una meta inglese col tallonatore Matu’u. Questa volta la trasformazione non é precisa. Ultima azione per Twelvetrees che lascia il campo con 6/9 dalla piazzola quest’oggi. La mischia inglese é dominante: fallo a favore con la rimessa trovata da Williams sui 22 delle Zebre. Questa volta l’attacco inglese é fermato dal fischio arbitrale per un velo. Krumov intercetta l’attacco inglese con le Zebre a trovare il fallo. Il vantaggio é giocato con un multifase sui 22. Si torna sul fallo calciato un rimessa ai 5 metri ma il lancio di Luus é rubato. Il pallone é ricalciato in avanti da Williams. Gloucester recupera il possesso e trova la decima meta con l’ala Thorley, autore di una tripletta oggi al Kingsholm Stadium. Wlliams trasforma prima del rientri di D’Apice che ristabilisce la parità numerica. Vantaggio per le Zebre nella metà campo inglese all’ora di gioco. Il XV del Nord-Ovest gioca una maul che viene fermata irregolarmente da Clarke. Il numero é ammonito da Brousset. Dopo la rimessa sono gli avanti di casa a vincere la battaglia sui 5 metri recuperando l’ovale. Al 65° prosegue il buon momento delle Zebre che giocano un fallo in rimessa. La maul in attacco è innescata ma fatica ad avanzare: Gloucester recupera l’ovale risalendo alla mano. A dieci minuti dal termine arriva anche la prima meta per le Zebre Rugby. La segna Bordoli che trova il varco sulla parte sinistra dell’attacco italiano. La trasformazione di Bordoli é larga per il 64-5 parziale quando rientra in campo Clarke ristabilendo la parità numerica. Tanta indisciplina italiana oggi. Un altro attacco inglese é fermato irregolarmente con Williams che trova la touche ai 5 metri. I saltatori di casa catturano il lancio ma un velo interrompe lo sforzo offensivo e le Zebre possono risalire il campo. Arriva però il turnover per la terza linea Safe: Gloucester accelera con Williams che calcia all’angolo per Thorley che recupera l’ovale e segna la sua quarta meta. Nell’ultima azione del match le Zebre vincono una mischia nei 22 inglesi e continuano ad attaccare dopo uno scambio di pedate. A tempo ormai scaduto a Gloucester il possesso è bianconero in attacco; il multifase italiano trova il break di Chistolini, fermato in modo irregolare. Giocano alla mano le Zebre quando sono passati già 3 minuti nel recupero trovando la seconda meta con Biagi. La trasformazione di Bordoli fissa il finale sul 69-12.

Le Zebre riprenderanno gli allenamenti lunedì 18 Dicembre per preparare l’undicesimo turno del Guinness PRO14. Sabato 23 Dicembre 2017 alle ore 15 i bianconeri saranno ospitati allo Stadio Monigo di Treviso nel derby d’andata tutto italiano tra Benetton e Zebre.


EPCR Challenge Cup 2017/18 Pool 3, il calendario:

Round 1

12 Ottobre 2017 – Pau vs Gloucester Rugby 27-21 (4-1)

13 Ottobre 2017 – Agen vs Zebre Rugby Club 45-10 (5-0)

Round 2

19 Ottobre 2017 – Gloucester Rugby vs Agen 61-16 (5-0)

21 Ottobre 2017 – Zebre Rugby Club vs Pau 33-38 (1-5)

Round 3

8 Dicembre 2017 ore 20.00 – Agen vs Pau 21-40 (0-5)

9 Dicembre 2017 ore 14.30 – Zebre Rugby Club vs Gloucester Rugby 26-33 (2-5)

Round 4

14 Dicembre 2017 ore 20.45 – Pau vs Agen 26-12 (5-0)

16 Dicembre 2017 ore 15.00 – Gloucester Rugby vs Zebre Rugby Club 69-12 (5-0)

Round 5

11/12/13/14 Gennaio 2018 – Pau vs Zebre

11/12/13/14 Gennaio 2018 – Agen vs Gloucester Rugby

Round 6

18/19/20/21 Gennaio 2018 – Gloucester Rugby vs Pau

18/19/20/21 Gennaio 2018 – Zebre Rugby Club vs Agen

Quarti di finale

29/30/31 Marzo – 1 Aprile 2018

Semifinali

20/21/22 Aprile 2018

Finale

venerdì 11 Maggio 2018, Stadio San Mamés, Bilbao (Spagna)

La classifica della Pool 3 della EPCR Challenge Cup: Pau 19, Gloucester Rugby 16, Agen 5, Zebre Rugby Club 3