Giornalisti in erba sugli spalti dell’HeliosFestival

Spread the love

altSan Benedetto del Tronto. Dagli spalti dell’Helios Festival nella mattinata di lunedì 5 maggio a San Benedetto del Tronto gli studenti della IV A Miscia e della IV B Bice Piacentini, insieme a studenti di altre regioni, hanno vissuto esperienze altamente formative grazie all’intervento del Corpo Forestale dello Stato e del giornalista Massimo Consorti, direttore della rivista d’arte  UT, free lance in missione all’estero in Costa d’Avorio, Angola, Serbia, Afghanistan, Irlanda, Senegal, Israele, Palestina, Egitto, Pakistan, Marocco e Iraq negli anni dal 1998 al 2002 per l’Agenzia Reuters di Londra.Se gli Agenti del corpo forestale hanno arricchito il bagaglio culturale, Consorti ha caricato i suoi racconti di grande umanità e si è esposto alle domande dei giornalisti in erba in tutta la sua verità e le sue paure, cose che i ragazzi hanno apprezzato con un caloroso applauso.   Dopo il saluto dell’Assessore alla Gestione e allo Sviluppo sostenibile del TerritorioPaolo Canducci, per gli alunni della IV A della

Scuola Primaria “Miscia” di San Benedetto del Tronto l’avventura di“cronisti in erba” è poi continuata nell’aula Consiliare del Municipio dove hanno potuto intervistare il vicepresidente della Provincia di Ascoli Piceno Pasqualino Piunti e il vicesindaco Eldo Fanini, entrambi confessano, spiazzati da tanta trasparenza e complessità delle domande. “Fantastici” è stato il commento di Piunti.

Sì, perché i bambini sono fantastici ed hanno diritto ad essere autentici, liberi e rispettati. E’così che davanti alle domande di verità di un bambino cade ogni barriera.

Non si sono ancora spenti i riflettori del XXII Helios Festival che ha coinvolto nel corso dell’anno scolastico docenti e studenti di tutte le regioni italiane.

Sedici i progetti scolastici premiati il 5 maggio scorso a San Benedetto del Tronto nel corso dell’evento dedicato al Patto di corresponsabilità fra giornalisti, docenti e artisti per la sostenibilità ambientale, umana e sociale sotto la direzione artistica di Emiliano Corradetti e la conduzione di Gilda Luzzi, attrice, e dalla giovane e brava presentatrice da Gilda Di Vaio. 

I messaggi, le emozioni, le immagini si ricorrono sul web lasciando uno strascico di consensi e di aspettative.