Il Brescia resiste al’Ascoli e porta a casa un punto d’oro.

Spread the love

103_8322

L’Ascoli pareggia in casa contro il Brescia nella quinta giornata di andata di serie B. Un pareggio che giunge dopo due sconfitte consecutive. Un pareggio che fa morale e consente alla formazione allenata da MR Petrone fresco di rinnovo di contratto di muovere la classifica. Mister Petrone può schierare dal primo minuto Girogi ancora in ritardo di preparazione, mentre la coppia di attacco è composta da  Perez- Cacia. MR Boscaglia deve fare a meno a diverse pedine e si affida ad una formazione molto giovane.

La gara:

L’avvio della gara è favorevole per la compagine bianconera. Al 2′ l’Ascoli si rende pericoloso con Perez bravo a  stoppare di petto in area ma il direttore di gara lo ferma  per fuorigioco. Al 5′ è il Brescia con Morosini a rendersi pericoloso  ma il tiro è  respinto da Pirrone. Al 7′ è di nuvo l’Ascoli con Cacia ben  imbecca da Jankto in area bravo a liberarsi  di un difensore ma il tiro viene deviato la respinta è conquistata da Addae, ma il tiro del centrocampista termina sopra la traversa. Il Brescia non reagisce e al è di nuovo l’Ascoli a rendersi pericoloso al 9′  con Perez. La gara scorre senza grandi emozioni nonostante l’impegno entrambe le formazioni faticano a creare vere occasioni da gol. Al 21′  è il Brescia a rendersi pericoloso con un tiro di Dall’Oglio dalla distanza ma  Lanni è attento e para senza problemi. Al 22′ è di nuvo l’Ascoli a creare l’occasione da gol con  Cacia bravo a prolungare di testa per Perez, ma l’azione sfuma. Al 26′ il Brescia prova ad approfittare della momnetanea inferiorità numerica per un infortuneo ad Antonini ma il tiro di Morosini viene respinto da Lanni,  e poi Mengoni è bravo a spazzare. La gara scorre senza grtandi emozioni e la prima frazione dopo un solo minuto di recupero si chiude sullo 0-0.

La seconda frazione si apre con gli stessi 22 che hanno chiuso la prima frazione. Al 13′  l’Ascoli è bravo a creare una buona palla gol con Cacia di testa ma la conclusione è salvata da Caracciolo in angolo.  La gara scorre senza grandi emozioni . Al 40′ è Grassi ad avere la più limpida palla gol della giornata ma solo davanti a Minelli, tiro al volo che finisce di poco fuori dal palo sinistro. Nonostante i cinque minuti di recupero l’Ascoli non riesce a trovare la via del gol, ma rischia la beffa allo scadere dell’ultimo minuto di recupero quando Lanni sfodera una strepitosa parata con la mano di richiamo in tuffo sul tiro di H’Madat.  Un’Ascoli in crescita conquista un punto prezioso per il proseguo del campionato.

ASCOLI PICCHIO – 1 Lanni, 3 Antonini, 5 Mengoni, 9 Perez, 13 Cinaglia, 14 Jankto, 17 Giorgi, 19 Addae, 21 Cacia,, 27 Almici, 28 Milanovic. A disp. 22 Svedkauskas, 2 Pecorini, 4 Pirrone, 8 Carpani, 18 Caturano, 20 Grassi, 23 Canini, 25 Altobelli, 29 Petagna. All. Petrone

BRESCIA CALCIO – 15 Minetti, 2 Venuti, 3 Caracciolo, 4 Coly, 8 Mazzitelli, 11 Embalo, 19 Geijo, 23 Morosini, 30 Kupisz, 31 Dall’Oglio, 33 Castellini. A disp. 1 Arcari, 6 Lancini, 14 Camilleri, 17 Baraye, 18 H’maidat, 27 Marsura, 29 Camilli, 32 Rosso, 36 Said. All. Boscaglia

Arbitro: Ripa di Nocera.

Ammonizioni: Castellini (B.), Perez (A.), Cinaglia (A.), Mazzitelli (B.), H’Maidat (B.), Mengoni (A.)

Sostituzioni: 14′ Cinaglia-Grassi (A.), 24′ Embalo – Rosso (B.), Morosini-H’Maidat (B.), 30′ Giorgi-Altobelli (A.), 34′ Cacia-Petagna (A.),37′  Gaijo – Marsura (B.)

Recupero; 1′ p.t.  – 5′ s.t.

Spettatori: 5.462

Commenti:

Giorgi: La gara era da vincere non l’ abbiamo vinta ma siamo stati bravi di non perderla. Vedi Cesena. Non era facile era sicuro. Le altre squadre hanno fatto una preparazione più avanzata. Dobbiamo crescere. Disperdiamo troppe energie. La serie B é molto livellata. Se si guarda la prestazione dobbiamo migliorare impostazione di gioco. Il modulo dipende dal mister . bisogna trovare una compattezza che ancora manca.

 

Mister Petrone: Soddisfatto in particolare del secondo tempo. Il gioco deve crescere e possiamo migliorare ora dobbiamo lavorare sui movimenti senza palla. Le occasioni di oggi non le abbiamo sfruttate ma il secondo tempo molto positivo. Con Grassi abbiamo cambiato modulo, sono contento per lo spirito dei ragazzi ma i meccanismi vanno migliorati da lunedì iniziamo a lavorare anche con i movimenti senza palla. Il risultato oggi non lo dobbiamo guardare le potenzialità le abbiamo

 

Mister. Buscaglia: É stato eccezione quando li ho chiamati. Avevo visto insofferenza del centrocampo del’Ascoli . contento della prestazione tenendo conto i molti giovani in campo. Nel secondo tempo Ascoli ha giocato di fisicità e ne ho viste poche in serie B . Ascoli é stata formata al’ ultimo e deve crescere.

 

Mengoni. Dobbiamo fare di più é un campionato difficile abbiamo ancora delle lacune ma il gruppo e stato completato da poco. Quando parti da luglio era diverso. Non conta fare calcio brasiliano ma conta vincere. Bisogna migliorare. Dobbiamo fare di più . abbiamo un margine di miglioramento . non siamo da classifica che ora abbiamo. Siamo partiti come con il latina poi siamo cresciuti.

 

Le altre gare di giornata: Cagliari -Latina 3-2; Livorno -Spezia 1-2; Modena-Lanciano 1-0; Perugia – Cesena 0-0, Pro Vercelli-Crotone 0-2; Salernitana – Ternana 2-1; Trapani – V. Entella 4-2; Vicenza – Pescara 2-2; Vicenza-Avellino e Novara – Como da disputarsi.