IL PUNTO SULLA 1^ GIORNATA – SERIE B 2015/2016

Spread the love

ascolipicchio1898

In attesa del recupero fra Ascoli ed Entella, la prima giornata del campionato di Serie B è stata caratterizzata da ben 8 vittorie casalinghe, 1 pareggio ed 1 vittoria esterna.

Il Cagliari si è sbarazzato (4-0) del Crotone. Dopo aver sofferto le fiammate di Tounkara, gli uomini di Rastelli hanno chiuso in vantaggio la prima frazione di gioco grazie a Farias. Nella ripresa i padroni di casa hanno approfittato dell’espulsione (doppia ammonizione) di Salzano ed hanno chiuso l’incontro grazie alle reti Deiola, Sau e Giannetti. A seguito dell’inferiorità numerica, gli ospiti non sono mai stati in grado di riaprire l’incontro.

Con lo stesso punteggio (4-0) il Livorno ha tramortito il Pescara. Favoriti dall’espulsione (rosso diretto) del portiere Fiorillo avvenuta all’alba dell’incontro e dal susseguente calcio di rigore trasformato da Vantaggiato, gli amaranto sono andati al riposo avanti di ben 3 reti (un’altra realizzata da Vantaggiato ed una da Ceccherini). Nei minuti iniziali della ripresa, Fedato ha fissato il punteggio definitivo: i biancazzurri abruzzesi non si sono mai riusciti a rendersi pericolosi.

Il Trapani ha travolto (3-0) la Ternana. Dopo aver rischiato di passare in svantaggio su un colpo di testa di Avenatti, i padroni di casa sono andati in vantaggio con Torregrossa attorno alla metà del primo tempo. Nei primi dieci minuti dellla ripresa, i siciliani hanno chiuso la pratica grazie alla seconda rete di Torregrossa ed a quella realizzata da Coronado. Le “fere”  non sono mai state in grado di rientrare in partita.

Il Cesena ha avuto la meglio (2-0) del Brescia. Il risultato dell’incontro è stato già determinato dopo nemmeno una decina di minuti grazie ad un’autorete di Castellini e ad una rete di Ragusa, che hanno riassunto il dominio dei romagnoli. Nella ripresa le “rondinelle” hanno avuto un maggior predominio territoriale, senza però rendersi veramente pericolose dalle parti della porta avversaria.

Il Perugia con il medesimo punteggio “all’inglese” (2-0) si è sbarazzato del Como. Gli umbri hanno dominato l’incontro realizzando una rete per tempo: nella prima frazione di gioco con Del Prete, nella seconda con Ardemagni. I “lariani” non hanno creato grattacapi particolari alla difesa avversaria, se non su azioni susseguenti a calci da fermo.

La Salernitana si è aggiudicata (3-1) il derby campano battendo l’Avellino. In una partita caratterizzata da un certo equilibrio, si è andati al riposo con una rete per parte, quelle realizzate da Gabionetta (per i padroni di casa) e Trotta (per gli ospiti). Nei minuti iniziali della ripresa ancora Gabionetta ha riportato in vantaggio i granata: e nei minuti di recupero il neo-entrato Troianiello ha fissato il punteggio. I “lupi irpini”, comunque, hanno dato battaglia fino alla fine.

Il Bari ha sconfitto (4-3) lo Spezia al termine di un incontro scoppiettante e pieno di colpi di scena. La prima frazione di gioco si è chiusa con ben 4 reti: alla doppietta di De Luca per i padroni di casa, gli ospiti hanno risposto con quelle di De Las Cuevas e Catellani, che ha trasformato un calcio di rigore (con Di Cesare espulso) eseguendo un “cucchiaino” a Guarna. Nonostante l’inferiorità numerica e la rete subìta da Nenè all’inizio della ripresa, i “galletti” pugliesi hanno ribaltato le sòrti dell’incontro grazie ad una doppietta di Maniero. Poco prima del triplice fischio finale lo Spezia ha rischiato di riagguantare il pareggio, colpendo una traversa con Nenè e sfiorando la rete con Calaiò.

La Pro Vercelli ha regolato di misura (2-1) il Lanciano. Dopo aver rischiato di passare in svantaggio su una punizione di Mammarella che ha colpito il palo esterno, pochi istanti prima dell’intervallo i padroni di casa sono andati in vantaggio con Gatto. La ripresa si è aperta con la rete del pareggio siglata da Ferrari, ma l’espulsione (doppia ammonizione) di Bacinovic ha aiutato la Pro Vercelli a conquistare i 3 punti per la rete siglata dal neo-entrato Castiglia.

E’ del Vicenza l’unico exploit esterno di giornata: (0-1) sul campo del Modena. Dopo un primo tempo senza grosse occasioni da gol, attorno alla metà della ripresa 2 episodi hanno incanalato la partita a favore degli ospiti: dapprima Giacomelli ha realizzato un calcio di rigore, quindi i “berici” sono rimasti in superiorità numerica per l’espulsione (doppia ammmonizione) di Belingheri. Il forcing finale dei padroni di casa non ha sortito effetti.

L’unico pareggio di giornata (1-1) è stato quello fra Novara e Latina. Dopo aver rischiato di andare sotto per una traversa colpita da Dellafiore, i padroni di casa hanno chiuso la prima frazione di gioco in vantaggio per la rete di Galabinov ma in inferiorità numerica per l’espulsione (rosso diretto) di Garofalo. Nella ripresa, i piemontesi hanno sfiorato il raddoppio colpendo una traversa con Galabinov ed hanno provato ad addormentare l’incontro: nei minuti di recupero gli ospiti sono rimasti in 10 uomini per l’espulsione (rosso diretto) alquanto dubbia di Calderoni, quindi hanno agguantato il pari con Brosco. 


Mauro Di Virgilio