Il XXII Helios Festival chiude fra sorrisi, lacrime, emozioni e appelli

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

altIl XXII Helios Festival, che ha coinvolto gli studenti delle varie regioni italiane in laboratori di poesia, giornalismo intorno al grande tema della “Sostenibilità ambientale, umana e sociale”, ha chiuso i suoi battenti lunedì 5 maggio a San Benedetto del Tronto, nelle Marche, fra il plauso dei partecipanti e l’assenso delle istituzioni coinvolte.

 

Nella cerimonia conclusiva hanno trionfato l’entusiasmo dei ragazzi, l’appello accorato dei docenti, le opere e le parole degli artisti: SergioTapiaRadic, Emidio Mozzoni, Emidio Sturba, Tamara Aureli, Simona Lucidi, Emanuele CalifanoLidak, Rossella Ghezzi, Valentina Paci, Nadia Portelli, Jacheline Sanchez Aguado, Gabriele Scartozzi, Sergio Lucadei, Carlo Gentili e Teresa Annibali.

“Per i giornalisti e i docenti è stata formazione sul campo all’insegna dell’attivismo pedagogico e sociale che mette studenti e lettori al centro delleprofessioni,rendendoli protagonisti” commenta la sociologa e giornalista Giuditta Castelli la quale informa: “L’evento è stato dedicato al pedagogistaEmidio Consorti checontribuì alla grande rivoluzione culturale che fine’800 pose al centro del progetto educativo il “fanciullo” con il suo animo e la sua personalità”. Il Premio “Emidio Consorti – Maestro d’Italia”, è andato

aMaria Carolina Simonelli Surace di Ascoli Piceno per oltre40 annimaestra elementare, da nord a sud d’Italia, vicepresidente del Coni – Comitato Provinciale di Ascoli Piceno, delegata regionale FISO-Federazione Italiana Sport Orientamento Marche.

Sono stati consegnati riconoscimenti a scuole e personaggi:  Targa dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti al Dirigente Scolastico Stefania Marini dell’ISC Centro di San Benedetto del Tronto, premio anche alle docenti Maria Taffora e Carolina Capotorto.AdAndrea Anconetani di Loreto, attore e regista teatrale, filosofo, direttore della scuola d’arte drammatica “Nuovi Linguaggi” con sede a Potenza Picena nelle Marche è andata l’opera dell’artista marchigiano Carlo Gentili padre del “Manifesto dinamico disarmonista”.

Emozionante l’incontro dell’artista cileno Sergio TapiaRadic coi i giovani dell’Helios (sul palco gli alunni della Compagnia degli usignoli della IV A Miscia – ISC Nord di San Benedetto del Tronto).

Il maestro omaggia con una sua opera Giancarlo Trapanese di Rai Tre Marche,  vincitore del premio XXII Helios Festival per la narrativa.

Nell’ambito della poesia il riconoscimento del maestro Emidio Mozzoni, che “con le sue installazioni risveglia le coscienze assopite dagli egoismi e dalle viltà”  come afferma egli stesso, è andato al poeta Ettore Picardi, autore di “Processo alla poesia ed altri misfatti”, magistrato.

La targa dell’Università degli Studi di Camerino è stata dedicata al compianto giornalista e storico Antonio Giannetti, per decenni punto di riferimento d’eccellenza per i turisti in visita nella Città di Ripatransone. Il premio è stato consegnato al Laboratorio di miniguidedella locale sede ripanadell’archeo-club d’Italia. Premio anche al laboratorio di miniguide dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Ripatransone.

 

Per il Canto e la Musica il riconoscimento è andato al maestro Antonia De Angelis e alla sua Over Jazz School in San Benedetto del Tronto dalla giovanile opera di Tamara Annibali.

 

 

 

 

Dall’Ordine dei giornalisti delle Marche sono andati i premi assegnati al Progetto “Scuola di Diabete”realizzato dall’Area Vasta 5 – Asur Marche e dall’ Istituto Professionale Alberghiero di San Benedetto del Tronto. Ad ogni scuola vincitrice è andata l’opera di un’artista.Il re dell’alabastro, del travertino e dell’acciaio Emidio Sturba, per il quale terra e cielo si fondono nella denuncia contro la violenza, ha risposto all’accorato appello delle docenti Tommasina la Rocca e Rita Palumbo e dei propri allievi dell’Istituto Liceale “Orazio Flacco” di Portici, contro i pregiudizi perpetuati ai danni della gente onesta della Campania che lotta per dare ai figli un futuro migliore.

Tamara Aureli,creatrice di luce come artista e come organizzatrice di grandi eventi, ha omaggiato il Centro di aggregazione giovanile del Comune di Monte San Marcello (Macerata). Simona Lucidi,con “un’orgoglio tutto femmineo”ha reso omaggio alla docente Laura Lavagno, referente alla salute e all’ambientedella Scuola Secondaria di primo grado “Trevigi” di Casale Monferrato (Piemonte). Emanuele CalifanoLidak, l’artista che vive il suo tempo con originalità e spiritualità, ha raggiunto la Puglia, omaggiando con la docente Anna Guido la Scuola Primaria “San Giovanni XXIII” dell’Istituto Comprensivo Polo I di Nardò (Lecce). Rossella Ghezzi, professore all’Accademia di Macerata, con la sua opera contemporanea carica di poesia e spiritualità, ha reso omaggioal Liceo Statale “Benedetto Croce di Avezzano (l’Aquila) rappresentato dalla docente Gigliola Ciaccia e dalle sue allieve.Valentina Paci, con l’eleganza delle sue linee che ondeggiano nello spazio tracciando figure come pensieri, ha accompagnato il viaggio dei ragazzi dell’Istituto D’Istruzione Superiore “U.Pomilio” di Chietial seguito della docente Daniela Burgassi

Nadia Portelliha consegnatola sua operanelle mani della docente DailaCecchi, omaggiando l’Istituto Comprensivo Statale di San Marcello Pistogliese  (Toscana). L’opera di Jacheline Sanchez Aguado,l’artista che sa guardare il mondo con ironia, dipingerlo e costruirlo, con gioiosa spazialità risvegliandosi dal torpore quotidiano del nulla di senso, della noia e della

 

depressione, ha premiato la Scuola Secondaria Statale “Igino Petrone” di Campobasso con il pensiero rivolto alla dirigente scolastica Maria Cristina Battista e all’insegnate Gabriella De Lisio.Gabriele Scartozzi ha consegnato le sue ceramiche dipinte a mano alla docente Nella Lanza della Scuola dell’Infanzia “Via Firenze” di San Salvo di Chieti. Sergio Lucadei con i suoi orologi in ceramica dipinti a mano è volato con il pensiero in Sardegna accanto al giovane vincitore Samuele Dessì dell’Istituto Comprensivo di Marrabiu.

A tutti i vincitori sono andati i diplomi offerti dal CSV –Marche e le coppedonate dalle Istituzioni e dalla Banca di Credito Cooperativo di Ripatransone.

(ft. Gilda Luzzi) 

Il XXII Helios Festival è stato diretto daEmiliano Corradetti(direzione artistica e regia) e condotto da Gilda Luzzi (attrice) e Gilda di Vaio (presentatrice). Ha presieduto Giannetto Sabbatini Rossetti, direttore della scuola di giornalismo di Urbino. Responsabile della formazione Giuditta Castelli.

Hanno collaborato Silvana Guardiani (pedagogista), Rosita Spinozzi (giornalista), Albert Corradetti(giornalista), Lucia Carfagna 

(Staff. Assessorato alla Cultura) di San Benedetto del Tronto), Stefania D’Angelo (psicologa), Massimo Consorti (giornalista), Paolo Canducci (Assessore Comune di San Benedetto del Tronto), Franco Cameli (giornalista).

Hanno collaboratore come partner o patrocinatori:l’Ordine Nazionale dei Giornalisti, l’Ordine Giornalisti per le Marche, l’Università degli Studi di Camerino, l’Ufficio Scolastico Regionale delle Marche (per la formazione dei docenti), il Centro Servizi per il Volontariato delle Marche, l’Assessorato ai Servizie alla Gestione del

 

territoriodel Comune di San Benedetto del Tronto, la municipalità ripana rappresentata dal Consigliere delegato alla cultura Paolo Polidori, l’Associazione “Amici della Sentina”, Donatella Donati Sarti, presidente Archeo-club Italia sede di Ripatransone, il Corpo Forestale dello Stato stazione di San Benedetto del Tronto.

www.heliosnews.it

 

Print Friendly, PDF & Email