L’ Ascoli Calcio ha chiarito alla GF la posizione

Spread the love

altTra le società che sono state perquisite dalla Guardia di Finanza ci sono anche quella del Catania Calcio e dell’Udinese, di serie A, e dell’Empoli, Ascoli e Cesena di serie B. I loro nomi fanno parte delle 280 aziende italiane finite nel mirino della procura di Milano nell’ambito di un’inchiesta relativa a una maxi evasione internazionale.

Read More Si aggirerebbe attorno ai 3 milioni di euro l’evasione fiscale contestata alle società di calcio Udinese, Catania, Empoli, Ascoli, Reggina e Cesena, coinvolte nell’inchiesta del pm di Milano Carlo Nocerino su una maxi evasione internazionale, che oggi ha portato a una serie di perquisizioni da parte della Guardia di Finanza del capoluogo lombardo. L’inchiesta coinvolge 280 imprese per un’evasione totale che si aggira attorno ai 150 milioni di euro, con la creazione di fondi neri all’estero attraverso un meccanismo di false fatturazioni. Le indagini hanno preso il via dal ritrovamento di una ‘lista’ di clienti del faccendiere Giovanni Guastalla. In questo ambito sarebbero coinvolte anche le società di calcio per un’evasione totale di circa 3 milioni di euro.

L’Ascoli Cacio Comunica: In riferimento alle notizie diffuse stamani da alcune agenzie di stampa in merito ad un’inchiesta della Procura di Milano, che coinvolge 280 imprese italiane, fra le quali figura l’Ascoli Calcio 1898 S.p.A., la Società ritiene di aver chiarito immediatamente la questione, relativa all’anno 2006, fornendo agli organi competenti la documentazione attestante la piena correttezza dell’operato della Società bianconera.