L’Ascoli dura un tempo. Poi il Bari saluta e porta a casa i 3 punti

Spread the love

FaiscaL’Ascoli al debutto nel proprio campo nel campionato di serie B 2012-13 esce sconfitto ad opera del Bari. Il 3-1 finale per la formazione barese permette alla formazione allenata da mister Torrente di annullare i cinque punti di penalità in classifica e salire a +1, mentre la formazione bianconera subisce la seconda sconfitta in campionato e rimane ferma al -1 iniziale. Al vantaggio nel primo tempo bianconero ad opera di Faisca, nella ripresa arrivavano le reti ospiti con Dos Santos, Ceppitelli e Galano. Mister Alosi ( Silva squalificato) deve fare a meno di Peccarisi squalificato e lo sostituisce con Prestia; il centrocampo è formato da Di Donato-Russo-Fossati; coppia di attacco Zaza-Soncin. Mister Torrente si affida al trio di attacco  Caputo, Albadoro e Iunco. Arbitra Merchiori di Ferrara.

La prima frazione ha un avvio lento  con ritmi piuttosto blandi e la prima occasione giunge solo al settimo minuto ad opera del  Bari con Albadoro  ma il pallonetto termina al lato. L’Ascoli reagisce e alla prima conclusione in porta trova il goal del vantaggio con Faisca. Il portoghese segna dunque il primo gol di questa stagione per l’Ascoli. La reazione del Bari e immediata. Al 20′ Albadoro su punizione sfiora il palo alla sinistra di Guarna.  Il Bari ci crede e al 23′ è Caputo che in diagonale di destro dal limite dell’area bianconera cerca l’angolino basso ma Guarna si distende in tuffo e devia in corner. L’Ascoli risponde al Bari e al 28′ è Scalise ad avere una buona palla goal, ma la conclusione è respinta da Lamanna. La compagine bianconera ci crede e al 43′ è ancora Scalise a rendersi pericoloso. Allo scadere il bari si divora una buona occasione con Claiton il quale, a meno di mezzo metro dalla porta bianconera, mette incredibilmente fuori in tuffo di testa. E’ l’ultimo sussulto di un primo tempo vibrante chiusosi col vantaggio della compagine bianconera per 1-0.

 

La seconda frazione si apre con una novità per parte: l’Ascoli sostituisce Fossati con Hanine, mentre il Bari manda in campo Sabelli al posto di Borghese. L’Ascoli appare affaticato e il Bari prova ad approfittarne e al 57 Guarna compie un miracolo su Caputo dal limite dell’area piccola trovando l’incredibile risposta d’istinto dell’estremo difensore bianconero che di piede chiude in corner. L’Ascoli non riesce a fare filtro a centrocampo e la difesa inizia a barcollare. Il Bari ne approfitta e al 64′ trova il pareggio con Claiton ed è 1-1. L’Ascoli non riesce ad uscire dalla propria metà campo e al 70′ ci prova Albadoro che trova la pronta risposta di Guarna. L’Ascoli non reagisce e al minuto 85 il Bari su punizione trova il goal del vantaggio con Ceppitelli di testa. Passano 4 minuti e Galano chiude definitivamente la gara segnando il terzo goal. Il Bari, dopo solo due gare di campionato, annulla la penalizzazione e sale a quota un punto. Mentre la compagine  deve ripartire da quanto mostrato nel primo tempo e sperare che i nuovi arrivi possano dare maggiore apporto tecnico alla rosa.

 

TABELLINO

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Prestia (45’ st Gragnoli), Ricci, Faisca; Scalise, Russo (35’ st Capece), Di Donato, Fossati (1’ st Hanine), Pasqualini; Zaza, Soncin. A disp.: Maurantonio, Giallombardo, Colomba, Conocchioli. All.: Aloisi

BARI (3-4-3): Lamanna; Ceppitelli, Dosa Santos, Polenta; Borghese (1’ st Sabelli), Romizi, Bellomo, Defendi; Iunco (24’ st Galano), Albadoro (33’ st Grandolfo), Caputo. A disp.: Pena, Sciaudone, Altobello, Filkor. All.: Torrente

ARBITRO: Sig. Merchiori
ASSISTENTI: Sigg. Argiento – Carbone
IV° UOMO: Sig. Strocchia

RETI: 15’ pt Faisca (A), 19’ st Dos Santos (B), 41’ st Ceppitelli (B), 44’ st Galano (B)

NOTE: ammoniti Dos Santos (B), Scalise (A), Caputo (A). Spettatori 3.006 (abbonati 1.275) per un incasso di 27.863,12 € (quota abb. 9.686,12 €). Rec. 1’ pt, 4’ st “