L’Ascoli sfiora il colpaccio a Brescia.

Spread the love

103_8363

Nella 26ma giornata di serie B l’Ascoli ritrova un pareggio esterno dopo tante sconfitte. Al Rigamonti  di Brescia  finisce 2-2. Ottenuto con una grande prova di carattere, le reti dell’Ascoli sono messe a segno da Petagna  doppietta mentre per il Brescia in rete Caracciolo su rigore e Lancini. L’Ascoli domina a larghi tratti il Brescia nonostante l’inferiorità numerica nella seconda frazione di gioco. Mister Mangia si affida a Giorgi dietro all’unica punta Petagna e rafforza il centrocampo con il rientrate Bianchi.

 

La gara:

L’avvio dell’Ascoli è brillante e la prima occasione è di Petagna al 3′ ma a due passi dalla linea di porta non riesce ad angolare la conclusione e Minelli respinge. La reazione del Brescia è al 8′ con Caracciolo mal’attaccante viene anticipato all’ultimo secondo da Milanovic. Al 9′ il direttore di gara concede un calcio di rigore al Brescia per fallo di mano di Dimarco , decisione discutibile e dal dischetto Caracciolo trasforma. Brescia 1 Ascoli 0.  Il Brescia ci crede e sfiora il raddoppio in contropiede con Morosini ma viene fermato al limite dell’area da Addae. La reazione dell’Ascoli si concretizza al 31′ con una conclusione dal limite dell’area, la palla respinta dalla difesa giunge sui piedi di  Giorgi ma il tiro da 25 metri finisce di poco a lato. L’Ascoli ci crede e al 38′ si rende pericoloso con Dimarco. Ma il gol è nell’aria e al 40′ giunge il pareggio dell’Ascoli con Petagna bravo a sfruttare il preciso cross basso  di Dimarco e infilare di piattone. Brescia 1 Ascoli 1. Dopo un solo minuto di recupero la prima frazione si chiude sull’1-1.

La seconda frazione si apre con gli stessi 22 che hanno chiuso la prima frazione. L’Ascoli è in gran spolvero e al 5′ prova il sorpasso con Jankto ma sul traversone non trova nessuno in area per la deviazione. L’Ascoli è brillante. Al 23′ la svolta Pecorini già ammonito commette fallo  al limite dell’area secondo giallo ed espulsione. Ma inatteso è l’Ascoli a trovare la via del gol al  28′ ancora con Petagna, bravo a sfruttare una triangolazione con Giorgi, e di piatto infila in rete. Brescia 1 Ascoli 2 . Il Brescia si getta in avanti e al 35′  sfiora il gol con Kupisz ma Lanni è bravissimo a deviare in corner. Ma il gol del pareggio giunge al 38′ con Lancini. Brescia 2 Ascoli 2. Al 41′ L’Ascoli reclama il calcio di rigore per fallo di mano su tiro di Petagna ma il direttore di gara lo ritiene involontario. Il Brescia si rende nuovamente pericoloso con Morosini ma Lanni si super e blocca senza problemi. L’Ascoli fatica e il Brescia prova il tutto per tutto ma prima Morosini e poi Gejko in buona posizione tirano alto. La gara si chiude con un pareggio. L’Ascoli esce con la consapevolezza di potersela giocare con tutti e la salvezza non è impossibile . Ora il Como.

BRESCIA  – 15 Minelli,  2 Venuti, 6 Lancini, 3 Caracciolo, 4 Coly, 31 Dall’Oglio, 8 Mazzitelli,  Morosini, 11 Embalo, Calabresi, 30 Kupisz, 9 Caracciolo. All. Boscaglia

ASCOLI – 1 lanni, 2 pecorini, 11 dimarco 28, milanovic,6  mitrea.  27 almici, 17 giorgi,30 bianchi,14 jankto, 19 addae, 29 petagna. a disposizione: 32 svedkauskas, 33 iotti 23 canini, 31 del fabro, 4 benedicic, 9 perez,, 8 carpani, 20 h’maidat,  7 doudou. all mangia

Arbitro: Marini di Roma

Reti: 9′ Caracciolo (R), 40′ Petagna,28’s.t. Petagna, 38′ s.t. Lancini

Ammoniti: Almici (A.), Lancini(B.), Bianchi(A.), Pecorini(A.), Mazzitelli(B.), Addae (A.)

Sostituzioni: 10′ s.t. Embalo-Salifu(B.),  18′ s.t. Caracciolo-Gejko(B), 21′ s.t. Jankto-Perez(A.), 34′ s.t. Dall’Oglio-Abate(B.), 43’s.t.Dimarco-Canini(A.), 47’s.t. Petagna-Benedicic(A.)

Espulsioni: 23′ s.t. Pecorini (A. per doppia ammonizione)

Note: 5′ recupero nel secondo tempo

Commenti:

Ai microfoni di Sky

Mangia: Sono soddisfatto della prestazione. Siamo riusciti a ribaltare la partita, poi loro hanno trovato questo gran gol. Con tanti giocatori al primo anno di Serie B si possono avere qualche distrazione fa parte della crescita. Il rigore? Non c’è problema, se è stato fischiato vuol dire che c’era. Io guardo l’errore che c’è stato un attimo prima. Sul mercato avevamo delle mancanze. E’  stato bravo il direttore a trovare dei giocatori giusti sul mercato.

Dimarco: Mi trovo benissimo a giocare con Giorgi e Jankto. Adesso penso al presente, voglio fare bene con l’Ascoli. Abbiamo giocato una grande partita, abbiamo reagito allo svantaggio. Il rigore? Io ho coperto la faccia, cosa devo fare, stare fermo? “.