Le dichiarazioni di Mister Aglietti prima della partenza per Novara

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mister Aglietti ha anticipato a oggi la conferenza pre partita data la partenza anticipa per il ritiro. All’Hotel La Corte del Sole di Castel di Lama il tecnico ha parlato così ai giornalisti presenti:

“Siamo tornati a lavorare in una settimana-tipo o quasi dato che abbiamo giocato domenica sera; a livello fisico la squadra sta bene e lo ha dimostrato anche con lo Spezia. I ragazzi, eccezion fatta per Giorgi e Cacia sui quali non posso ancora contare, si sono allenati bene. La squadra non è contenta di quanto fatto nell’ultimo periodo anche se va detto che abbiamo raccolto meno punti rispetto a quanto seminato, quindi dobbiamo essere più cattivi negli ultimi metri. Lazzari? E’ tornato a disposzione già dalla gara di domenica, potrà rappresentare una soluzione in più dall’inizio o a gara in corsa, so così di avere la possibilità di  cambiare modulo, ma modificarlo tanto per fare non ne vedo la necessità. Addae? Si è sempre allenato bene, finora davanti alla difesa ho preferito giocatori con caratteristiche differenti, ma, con l’assenza di Hallberg e il ritorno tardivo in gruppo di Cassata, potrà esserci un’opportunità per lui e mi auguro che si farà trovare pronto. Affronteremo un Novara con un organico importante, che l’anno scorso ha centrato i playoff e quest’anno ha mantenuto la stessa ossatura e che avrà voglia di fare risultato in casa; nelle ultime due gare ha perso di misura, ma non ha giocato male, quindi direi che è una squadra in crisi di risultati ma non certo di gioco. E la necessità di vincere può rappresentare per loro un vantaggio o essere addirittura controproducente e in quest’ultimo caso starà a noi approfittarne con le ripartenze. Sono già tornato da ex a Novara, è sempre un piacere per me tornare in un posto in cui sono stato benissimo, con la città, i tifosi; ho trascorso lì due stagioni agli antipodi, la prima estremamente esaltante perché presi una squadra che era staccata di 6-7 lunghezze dalla salvezza e facemmo il record di punti arrivando ai playoff. La stagione successiva invece, complici le aspettative molto alte, dovute al bel campionato precedente e complice il fatto che secondo me i partenti non furono sostituiti adeguatamente, le cose non andarono bene, fui esonerato, poi richiamato e di nuovo esonerato. Insomma una stagione molto tribolata. Al di là di questo spero di fare risultato per muovere la classifica e anche perché lo scorso anno quando tornai al Piola con l’Entella non andò bene. Si sa che i risultati condizionano l’aspetto emotivo, quindi l’aver collezionato un punto nelle ultime tre partite può essere visto in modo negativo, ma in realtà solo a Pisa non abbiamo giocato bene; finora, piuttosto, siamo stati puniti da errori, espisodi, disattenzioni che ci sono costate troppo care e che certamente dobbiamo correggere; ma se guardo alla tenuta fisica e atletica, a quanto creato in campo, all’atteggiamento, all’impegno e alla voglia che i ragazzi ci mettono sempre  allora vedo positivo e sono molto contento, anche se abbiamo raccolto meno. Intanto domani ci alleneremo sul sintetico di Novara, oggi ho preferito restare all’Ecoservices. Mancheranno Giorgi e Cacia, quest’ultimo ha ancora dolore alla caviglia e quindi non possiamo forzare. Difficoltà di formazione? E’ chiaro che se ti mancano due pezzi da novanta come loro diventa un pochino più difficile, d’altra parte questa squadra è stata impostata su un’ossatura composta da Bianchi, Giorgi e Cacia e se due di questi mancano si sente. Ma questo non deve essere un alibi, guai pensare che siccome siamo giovani possiamo permetterci di non fare bene. Anzi, sono contento di Hallberg, Favilli, Orsolini e Cassata che comunque sono alla prima esperienza in B e che quindi vanno aiutati a crescere e una mano devono riceverla appunto dai più esperti. Vedremo come torneranno dalla Nazionale i tre Under 20, soprattutto Favilli, che è partito con un problema al tendine rotuleo. Anche se il calendario e il momento attuale non ci aiutano ero e sono fiducioso che questa squadra possa fare un campionato tranquillo”.

Print Friendly, PDF & Email