Mister Aglietti: “Sarà importante il fattore ambientale, il Del Duca dovrà essere una bolgia”.

Spread the love

A meno di ventiquattr’ore dalla sfida interna col Brescia, la prima di tre gare in otto giorni, Mister Aglietti ha fatto il punto della situazione in casa Ascoli:

“Indubbiamente vincere domani significherebbe tanto, anzi tantissimo; una vittoria ci proietterebbe  a un finale di stagione non dico più tranquillo, ma quasi perché ci lasceremmo la zona playout a 4-5 punti e potremmo chiudere in anticipo il discorso salvezza. Sappiamo che domani i punti peseranno tantissimo, il Brescia verrà al Del Duca innanzitutto per non perdere, quindi dovremo avere pazienza, probabilmente è la partita più importante fra quelle che ci attendono e ho cercato di mantenere un clima sereno. In queste gare conta essere più lucidi degli avversari e sotto questo aspetto potremmo essere più avvantaggiati. Considerate le caratteristiche degli attaccanti avversari, dovremo chiudere tutti gli spazi per non consentire loro di giocare in contropiede. Con l’assenza di Caracciolo il Brescia potrebbe essere più rapido e meno fisico. A livello tattico voglio una squadra camaleontica che sappia interpretare la partita in più maniere, ma, al di là del modulo, servirà scendere in campo con l’atteggiamento giusto, dovremo avere lucidità e pazienza nell’attaccare; concentrazione e attenzione saranno importanti, sarà una partita a scacchi. Conosco bene Cagni perché l’ho avuto come allenatore, è esperto della categoria come pochi, è bravo e sono sicuro che preparerà le giuste contromosse. Sarà importante il fattore ambientale, mi aspetto una bolgia e una grossa spinta da parte del nostro pubblico. A Perugia i tifosi sono stati spettacolari e dico loro grazie e complimenti perché ci hanno sostenuti in massa. In queste gare il loro apporto è fondamentale. Ho in mente la formazione, ma ho ancora un paio di dubbi legati allo schieramento offensivo del Brescia. Servirà un impatto importante sulla gara, entrambe le squadre si giocano tantissimo. Cacia? mi ha dato la sua disponibilità, non credo abbia un’autonomia di 90′ e quindi valuterò se schierarlo dal 1′ o sfruttare la sua lucidità in corso d’opera”.