Moto 2, Romano Fenati: “Il feeling con la moto è migliorato molto e le sensazioni sono positive.

Spread the love

Settima fila per Tony, quinta per Romano ma, in realtà, le moto sono a punto e i piloti sono pronti. La gara dovrà consistere in una partenza perfetta e una rimonta costante per entrambi, ma le condizioni per far bene ci sono. Nel week end, Romano Fenati e la squadra hanno lavorato per migliorare il feeling in frenata e l’agilità della moto e il pilota di Ascoli, ora, si sente a posto e questo è importante. In qualifica ha sempre girato da solo e probabilmente gli è mancato un po’ quel riferimento che gli avrebbe consentito di fare un ulteriore step in avanti. Due caschi rossi per Tony all’ultimo giro, prima di essere tamponato da Migno al T3 e di buttar via l’occasione di partire tra i primi. Chiude ventesimo, in settima fila, e dovrà fare una gara d’attacco per non lasciare andare via i primi. Il ritmo, il pilota di Garbagnate lo ha acquisito ma dovrà impegnarsi parecchio in gara.

Romano Fenati: “Il feeling con la moto è migliorato molto e le sensazioni sono positive. La qualifica è stata un po’ in ombra perché ho girato quasi sempre da solo e senza riferimenti. Domani cercheremo di fare una bella partenza una gara in rimonta”.

Tony Arbolino: “Durante la qualifica siamo rimasti, forse, troppo tempo in pista con le gomme da bagnato. Una volta rientrati tutti con le slick mi sono sentito subito bene e ho spinto tanto, riuscendo a migliorare. Purtroppo, durante l’ultimo giro utile, quando stavo abbassando ancora il tempo, Migno mi ha tamponato alla curva 13. Peccato perché potevamo partire davanti. Ad ogni modo la gara è domani. Sarà dura ma dobbiamo impostare un gran recupero per cercare di chiudere nelle posizioni che contano”!

*****

Seventh row for Tony Arbolino, fifth for Romano, but the bikes set up is good and riders are ready. The most important thing for the race will be a perfect start and a constant recovery for both and there are all the conditions to do well. In the weekend Romano Fenati and the team worked to improve the feeling in braking and the agility of the bike and the rider from Ascoli now is feeling confident and this is important. In the qualifying he turned alone and probably he missed the reference who would have allowed him to do another step forward. Two red helmets for Tony during the last lap, before being rear-ended by Migno at T3 and loosing, in this way, the opportunity to start from the first positions. He closed twentieth, in seventh row, and he will have to do a race on the attack to stay with the group ahead. The pace, for the rider form Garbagnate, is good but he will have to work hard in the race.

Romano Fenati: “The feeling with the bike improved a lot and sensations are positive. The qualifying didn’t go as expected but I was turning alone, most of the time, and without references. Tomorrow we need to do a good start and a race on the attack “.

Tony Arbolino: “During the qualifying we stayed, maybe, too much time out with the rain tires. Once back on track again with the slick, I felt immediately better and I pushed a lot by improving my time. Unfortunately, during the last lap, when I was still improving my time, Migno touched me at corner 13. It’s a shame as we really could start ahead. Anyway, the race is tomorrow. It will be hard but we need to do our best to recover and close in a good position”!