Moto, X-Trial delle Nazioni: l’Italia è pronta

Spread the love

Mancano ormai poche ore al Trial delle Nazioni Indoor, in programma venerdì sera al Pala Nikaia di Nizza, in Francia. L’Italia si presenterà sulle Zone di gara con Matteo Grattarola e Luca Petrella (Under 25), coadiuvati dal minder Francesco Iolitta. Capo della Spedizione sarà il Coordinatore del Comitato Trial FMI, Francesco Lunardini mentre il ruolo di Team Manager verrà ricoperto dal Direttore Tecnico di Specialità, Fabio Lenzi.

Per prepararsi al meglio in vista dell’importante appuntamento internazionale, ieri la squadra ha affrontato un’intensa sessione di allenamento presso l’area Trial di Taceno, in provincia di Lecco. I piloti hanno effettuato più volte due manche da sei zone ognuna, analizzando alcuni aspetti da mettere a punto in vista della gara e prestando attenzione alle peculiarità della manifestazione. Alcune regole del Nazioni Indoor sono infatti diverse rispetto ad una classica competizione di Trial: le cinque squadre presenti si sfideranno in due manche da sei Zone l’una, al termine delle quali i due migliori team accederanno alla finale. I piloti di ogni team scenderanno contemporaneamente sul parterre del Pala Nikaia affrontando però, alternandosi, tre zone a testa in un tempo massimo totale di sei minuti. Dal canto suo, il minder non potrà parlare o dare indicazioni al pilota ma soltanto afferrare la moto in caso di necessità. Per il conteggio delle penalità verranno presi in considerazione sia i piedi appoggiati che i contatti della piastra paramotore con gli ostacoli; dopo il terzo contatto tra il piede o la piastra e l’ostacolo, l’atleta subirà la massima penalizzazione (il 5).

Sarà una competizione impegnativa, in cui la Maglia Azzurra sfiderà Francia, Germania, Inghilterra e Spagna.

Fabio Lenzi, Team Manager: “Aspettiamo con grande entusiasmo la prova di venerdì. Sarà il primo appuntamento per la Maglia Azzurra 2018 e sono certo che Grattarola e Petrella daranno il massimo. Le nostre avversarie sono di indubbio valore ma i nostri piloti hanno un ottimo spirito di squadra e possono contare sull’esperienza per provare a migliorare il quarto posto ottenuto l’anno scorso. Dovremo dare il meglio fin dal primo ostacolo della prima Zona!”.

….