Moto3 – Il Team Italia FMI pronto per l’appuntamento di Misano

Spread the love
fenati comandate vigili ascoliRomano Fenati (Team Italia FMI FTR Honda#5), in quarta piazza nella generale, potrà finalmente sfruttare la conoscenza della pista: Misano, infatti, è uno dei pochi tracciati internazionali su cui l’azzurro, ha già corso e vinto delle gare (2 round del civ 2011). Fenny, dopo il secondo posto nell’altra gara italiana al Mugello (a soli 20 millesimi da Vinales), è pronto a regalare nuove emozioni.
Anche Alessandro Tonucci (Team Italia FMI FTR Honda#19) proverà a sfruttare al meglio la pista di casa. Da Indianapolis è stata imboccata la strada giusta e il decimo posto di Brno (vicino ai tempi dei primi sin dal venerdì) ne è la conferma. A Misano, ‘Tonu’ punterà a scalare posizioni importanti in classifica.

Alfredo Mastropasqua
“Le notizie circolate negli ultimi giorni riguardanti le condizioni di salute di Fenati meritano una rassicurante smentita a beneficio di tifosi, addetti ai lavori ed avversari: il pilota ascolano correrà regolarmente il GP di Misano. Romano è stato protagonista di un evento che, seppur banale, ha generato una spiacevole incomprensione con la Polizia Municipale di Ascoli. Per chiarire meglio l’episodio Romano ha richiesto un incontro personale al Comandante dei Vigili tenente colonnello Pier Paolo Piccioni (nella foto), che ieri pomeriggio ha avuto modo di ascoltare le ragioni e le scuse del giovane pilota ascolano”.

Romano Fenati
“Sono molto sorpreso che quanto accaduto lo scorso venerdì abbia suscitato scalpore, tanto da farne ‘un caso’. Le dichiarazioni che ho letto non rispecchiano il mio pensiero. Non ho mai asserito di essere stato ‘investito’ dandone responsabilità al Vigile Urbano in questione né ho riportato alcuna ‘frattura al tendine’. Mi spiace se tale malinteso abbia causato disagi alla Polizia Municipale con la quale ho da sempre un ottimo rapporto”.

Roberto Locatelli
“Romano, nelle piste che già conosceva in questa stagione, ha ottenuto ottimi risultati (primo a Jerez e secondo al Mugello), per questo siamo fiduciosi ma restiamo con i piedi per terra: ci sono piloti forti e molto veloci in Moto3. Alessandro attraversa un buon momento e la pista di casa può aiutarlo a conseguire un ulteriore risultato positivo. Ci aspettiamo un buon weekend per entrambi i nostri piloti. In tutti GP corriamo per dare il massimo ma grazie ai nostri tifosi avremo sicuramente una spinta in più. Le gare di casa sono una vetrina per tutti quelli che lavorano a questo progetto: il Team Italia proverà a mettersi in luce”.