MotoGP Moto3 : 20° Dopo pochi giri ha perso il sellino

Spread the love
FenatiTonucci e Fenati, mai vicini al gruppo che ha guidato la corsa, hanno lottano per tutti i 18 giri nel gruppo degli inseguitori chiudendo rispettivamente in 17esima e 20esima posizione.

Alessandro Tonucci (Team Italia FMI FTR Honda#19), partito tredicesimo, dopo i primi giri ha provato a ricucire lo strappo con i primi ma il distacco accumulato si è rivelato incolmabile. 
Nella bagarre del secondo gruppo Alessandro si è comunque distino per il buon ritmo e gli ottimi sorpassi. Purtroppo, nel finale, una manovra dura in curva da parte di Martin ha rischiato di farlo cadere relegando l’azzurro a centro gruppo: una posizione che, in lotta con i dieci piloti che lo componevano, non gli ha permesso di centrare la zona punti.

 

Gara difficile anche per Fenati (Team Italia FMI FTR Honda#5). Partito diciassettesimo, Romano ha guidato bene al fianco del compagno di squadra nella prima parte di gara, poi, in seguito ad un contatto, ha perso il sellino della moto compromettendo la stabilità in curva. Negli ultimi giri la posizione di guida non ottimale gli ha fatto perdere ulteriori posizioni e la zona punti.

 

I due alfieri azzurri hanno pagato oltremodo una qualifica non ottimale e qualche problema di assetto alla moto non risolto. Il weekend non è andato secondo le aspettative, ma da venerdì in Australia si punterà ad una rivincita sul campo.

 

Alessandro Tonucci (Team Italia FMI FTR Honda#19) 17° a 31″790
“Gara impegnativa in cui ho fatto il massimo che potevo, ma purtroppo nella bagarre finale ho avuto la peggio ed ho perso la zona punti. Peccato perché era alla mia portata ed il feeling con la moto era buono. Cercherò di riscattarmi in Australia pista che mi piace molto. Fortunatamente corriamo già la prossima settimana e non vedo l’ora di rimettere le ruote in pista”.

 

Romano Fenati (Team Italia FMI FTR Honda#5) 20° a 45″824
“Oggi giornata sfortunata. Dopo pochi giri ho perso il sellino a causa di un contatto fortuito con un altro pilota. Ho dovuto cambiare ed adeguare il mio stile di guida e questo mi ha penalizzato tanto assieme ai problemi di set up che non siamo riusciti a risolvere nonostante l’ottimo lavoro fatto da tutti. Ci rifaremo a Phillip Island settimana prossima. Non conosco la pista, ma penso di poter fare bene e di saper interpretare al meglio il tracciato australiano”.

 

Roberto Locatelli (Coordinatore Tecnico FMI)
“Domenica difficile per i nostri piloti che non sono riusciti a conquistare la zona punti. Noi siamo il Team Italia e lavoriamo con i giovani piloti quindi siamo consapevoli che le difficoltà aiutano a crescere. I nostri piloti devono imparare a trovare gli aspetti positivi nei problemi perché saranno utili per il loro processo di maturità e di crescita tecnica e sportiva. Andiamo in Australia per voltare pagina e per lavorare come sempre al meglio”.