Per il Venarotta un campionato senza infamia e senza lode

Spread the love

altPer la compagine del presidente Vincenzo De Dominicis, un campionato senza infamia e senza lode quello del Venarotta, compagine che milita nel campionato di Seconda categoria. Anzi più lode che infamia se si vuol essere obiettivi. D’altronde, la società non puntava a obiettivi ambiziosi se non quello di una salvezza tranquilla. Mai la squdra si è trovata in zona play out e alla fine ha tagliato il traguardo occupando il nono posto in classifica e con 39 punti in carniere.

Un bel bottino! Costituitosi nel 1985 quest’anno, il club venerottese, festeggerà le nozze d’argento. Il Venarotta, vanta un primato, niente male. Per sette campionati consecutivi, su otto e sempre in Seconda categoria,  sono approdati ai play off, ma mai promossi in Prima. Una sola volta si sono classificati al terzo posto. Una società che punta sui giovani del vivaio senza grosse ambizioni, ma con la massima attenzione al bilancio. “Il nostro è stato un campionato come tanti altri. Siamo soddisfatti per come sono andate le cose. I ragazzi sono stati esemplari, dimostrando attaccamento ai colori sociali” tiene a sottolineare il responsabile tecnico nonché segretario Adolfo Cinesi.  Come già ricordato, il Venarotta con Pro Calcio e Piazza Immacolata vanta un altro primato. Annovera tutto il settore giovanile, ovvero dai Piccoli amici (5-6-7 anni), Pulcini (8-9-10), Esordienti (11-12), Giovanissimi (13-14), Allievi (15-16) e Juniores (17-18-19-20). Ora il campionato è andato in cantiere, ma a Venarotta già si pensa alla prossima stagione. Intanto, bisogna cercare il nuovo allenatore.  Alfredo Sirocchi, dopo anni di onorata permanenza, lascia la panchina rosso giallo.