RIUNIONE ASCOLI PICCHIO E ARBITRI

Spread the love
scambioE’ stata una Riunione Tecnica Obbligatoria decisamente piacevole e molto affollata quella che si è svolta ieri nella sezione ‘G. Guiducci’ degli arbitri di calcio ascolani. Una riunione a cui hanno partecipato circa ottanta tra dirigenti, tecnici e calciatori delle formazioni giovanili dell’Ascoli Picchio e altrettanti arbitri di calcio. Presenti anche alcuni genitori che hanno apprezzato l’argomento trattato per migliorare l’educazione sportiva dei propri figli. L’incontro incentrato sul tema: ‘Il Regolamento del Gioco del calcio – La comunicazione tra atleti e arbitro’ ha visto la partecipazione del responsabile del settore giovanile bianconero Cetteo Di Mascio affiancato dal team manager Giuliano Ciabattoni. A fare gli onori di casa il Presidente della sezione arbitri Massimo Vallesi, assieme all’ex arbitro e attuale vice-designatore in serie A, Mimì Morganti e all’ex arbitro riunioAlberto Misticoni attuale componente del Comitato
Regionale. Di Mascio ha ringraziato il presidente Vallesi per aver accolto la richiesta della società di corso Vittorio, mentre il presidente degli arbitri ascolani ha illustrato il progetto di interazione dei rapporti tra direttori di gara e calciatori già iniziato due anni fa con le prime riunioni con le società di calcio dilettantistiche della provincia. Poi si è animato il dibattito con Morganti che ha raccontato alcuni aneddoti della sua esperienza in serie A tra cui un colloquio avuto con il tecnico Zeman che si raccomandò di indicargli quale dei suoi calciatori lo infastidiva durante la gara. ‘Se un calciatore perde tempo a contestare l’arbitraggio – diceva Zeman – si distrae e non fa le cose che il suo allenatore gli ha chiesto’. I ragazzi delle giovanili dell’Ascoli Picchio da parte loro hanno chiesto autorevolezza, ma non autorità a partire dall’appello pre-gara. Gli arbitri hanno chiesto collaborazione, rispetto e meno
proteste. Insomma, un incontro formativo preziosissimo che sarà utile sia ai calciatori che ai direttori di gara. L’incontro si è chiuso con il rituale scambio di regali: Vallesi ha omaggiato Di Mascio con una maglia da arbitro mentre il dirigente bianconero ha consegnato il gagliardetto dell’Ascoli Picchio.