Romano Fenati: “Il primo approccio nel test è stato indubbiamente positivo

Spread the love

Tempi di tutto rispetto per Romano Fenati e Tony Arbolino in questi primi test dell’anno sul circuito di Valencia. Non montiamoci la testa. Un passo alla volta. Ci vuole calma, questo è certo, ma non si può non sorridere dopo queste due intense giornate di lavoro (la prima saltata a causa del maltempo). Una serenità che fa bene a tutti, ai piloti, alla squadra, ai supporter. Dopo la pausa invernale Romano sembra un altro sulla Kalex. Rinvigorito dalla preparazione atletica (il pilota di Ascoli ha messo su qualche kg di muscolatura anche se è arrivato a Valencia con qualche acciacco alla schiena), Romano ha chiuso la 3 giorni di test nella top ten (nono e a soli 0.9s dal best time) e si è messo alle spalle molti piloti, alcuni dei quali con più esperienza di lui nella categoria di mezzo. Ottimo lavoro anche per il suo compagno di box. In sella alla Honda Moto3, Tony si è trovato subito a suo agio con il nuovo telaio. Il lavoro principale della squadra è stato all’anteriore per migliorare il feeling in frenata. Sforzi che hanno dato i suoi frutti. Il giovane di Garbagnate milanese ha chiuso settimo, a 0.333s da Martin, il più veloce della categoria cadetta sul circuito valenciano.Romano Fenati: “Il primo approccio nel test è stato indubbiamente positivo. Abbiamo saltato il primo giorno a causa del maltempo, ma ieri e oggi abbiamo girato bene. Sono davvero molto contento perché i miglioramenti sono stati graduali e costanti. Siamo stati veloci e abbiamo lavorato tanto e bene. Adesso andiamo a Jerez concentrati, con tanta voglia di imparare e di andare forte”.Tony Arbolino: “Tutto molto bene, sono soddisfatto del lavoro fatto con il team in queste due giornate. Ho tanto feeling con la moto e so di essere maturato, sotto tanti punti di vista, rispetto ai primi test di novembre, merito anche della preparazione atletica svolta durante la pausa invernale. Sono riuscito a guidare come piace a me e a tenere un buon ritmo anche girando da solo”.

*****

Perfectly respectable times for Romano Fenati and Tony Arbolino in these first tests of the year at Valencia circuit. Let’s not get ahead of ourselves. Step by step. We need calm, for sure, but we obviously smile and relax after these 2 intense working days (we missed the first one due to bad weather conditions). This is good for all ofus, the riders, the team amd our supporters. After the winter break Romano seems another rider on his Kalex. Reinvigorated after the hard winter training (the rider form Ascoli increased his muscle mass even if he arrived in Valencia with a severe back pain), Romano closed in the top ten (he was ninth at the end, just 0.9s from the best time), in front of lots of riders with more experience than him. Excellent work even for his box mate. Tony felt immediately good on his Honda Moto3. The team worked mainly on the front in order to improve the braking and this paid off as Tony closed seventh, 0.333s form Martin, the fastest rider in Moto3 at Valencia track.

Romano Fenati: “The first approach in this test was certainly positive. We missed the first day due to the bad weather conditions but yesterday and today we worked well. I am very satisfied as we were fast and we improved gradually and constantly. Now we move to Jerez concentrated, in order to learn and be faster and faster”.

Tony Arbolino: “Everything good here in Valencia, I am satisfied of the work done with my team in these two days. I have a good feeling with the bike and I know I improved in so many ways, compared to the previous tests in November, thanks also to the winter training. Even if the bike was not perfetc, I could ride as I wanted and I had a good pace even alone”.

Snipers Team – Press