Siglato in Prefettura ad Ascoli Piceno il protocollo di legalità con l’ANAS per i lavori di adeguamento della SS. N. “Salaria” nel tratto Arquata del Tronto, loc. Trisungo – Acquasanta Terme – 1° lotto 2° stralcio.

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Prefettura di Ascoli Piceno in prima linea nella lotta contro la criminalità organizzata ed a sostegno della legalità e della trasparenza negli appalti pubblici.

 

Lo ha ribadito stamane il Prefetto di Ascoli Piceno in occasione della sottoscrizione del protocollo stipulato con l’ANAS per il regolare svolgimento di alcune opere infrastrutturali di un tratto della SS. N. 4 “Salaria”, approvate ed aggiudicate prima dei noti eventi sismici ed attualmente in fase di esecuzione dei lavori.

L’accordo prevede l’inserimento -nei contratti e subcontratti di volta in volta stipulati per la realizzazione dell’opera- di apposite clausole che verranno debitamente approvate e sottoscritte al fine di assicurare il rispetto della normativa vigente, la massima trasparenza nello svolgimento dei lavori e l’esclusione di ingerenze o tentativi di infiltrazione da parte della criminalità organizzata.

A tal proposito nel testo è stata inserita anche la previsione dell’obbligo di acquisizione della certificazione antimafia per la fornitura di beni e servizi di qualunque importo, nonché l’obbligo di comunicare l’elenco dei subappaltatori e sub contraenti delle imprese interessate ai lavori. La circolarità delle informazioni verrà garantita dalla costituzione di una banca dati e di una vera e propria anagrafe degli esecutori a disposizione della Prefettura, delle Forze dell’ordine e degli altri soggetti istituzionalmente interessati alle attività di monitoraggio.

Il Protocollo è stato sottoscritto dal Prefetto, Rita Stentella, dal Direttore tutela aziendale della stazione appaltante ANAS, Roberto Massi, dal rappresentante dell’ente appaltatore CARENA spa, Massimo Perri, dal Direttore dell’Ispettorato del lavoro di Ascoli Piceno, Cristiana Di Muzio, dai rappresentanti sindacali della CGIL, CISL e UIL, Francesco Petrocchi, Tonino Passaretti e Leonardo Frascarelli.

Al termine i presenti hanno espresso soddisfazione per l’intesa raggiunta che interessa un tratto di strada di rilevanza strategica per la viabilità interregionale -da e per le aree territoriali del cratere sismico- anche ai fini della piena ripresa sociale ed economica delle zone colpite.

Print Friendly, PDF & Email