Un Sassuolo cinico supera un buon Ascoli.

Spread the love

altL’Ascoli subisce l’ennesima sconfitta esterna ad opera della capolista Sassuolo. La compagine  bianconera gioca bene, ma tornano a casa con zero punti. Il Sassuolo si dimostra troppo cinicoper l’Ascoli. Allo stadio “Alberto Braglia” di Modena gli emiliani allenati da  mister Di Francesco battono  gli uomini allenati da mister Massimo Silva per 1-0 grazie a una rete di Boakye nel primo tempo. L’Ascoli ha un compito arduo di far gol alla miglior difesa del torneo, per dare continuità ai risultati dopo la vittoria infrasettimanale con il Cesena. Mr Silva conferma Soncin in attacco al fianco di Feczesin. A centrocampo a sorpresa Russo e Morosini al posto di Di Donato e Fossati. Ma le sorprese non finiscono Giallombardo gioca al posto di Pasqualini. Il Sassuolo punta in avanti su Boakye affiancato da Troianiello e Catellani.

 

La prima frazione  ha un avvio con un Ascoli propositivo ma non riesce a rendersi veramente pericoloso. Il Sassuolo prova a fare la partita ma la compagine bianconera e ben disposta in campo e non lascia spazi ai padroni di casa. La gara non decolla e conclusioni a rete non se ne vedono. Al 32 la gara subisce un scossone. Il Sassuolo si dimostra cinico e riesce a  sbloccare la gara al primo tiro in porta, con Boakye, ghanese classe ’93, bravo a superare Faisca al limite dell’area e mette la palla in rete. Per l’Ascoli è un duro colpo per quanto visto in campo. Al 45 l’arbitro senza concedere recupero manda tutti negli spogliatoi. I padroni di casa terminano così in vantaggio la prima frazione di gioco.

 

La seconda frazione si apre con gli stessi 22 in campo. Gli emiliani partono subito forte e sfiorano il raddoppio con Troianello dopo appena cinque minuti. Mister Silva prova ad apportare delle modifiche e al 62’ inserisce una punta, Zaza, al posto di un centrocampista, Loviso. Ma  è sempre il Sassuolo a rendersi maggiormente pericoloso dalle parti di Guarna. LA rpima vera conclusione in porta del’Ascoli giunge al  74, ma Pomini che respinge il destro di Zaza. A dieci minuti dal termine il Picchio sfiora il pari: corner dalla sinistra, colpo di testa di Zaza e miracolo di Pomini, sulla ribattuta Feczesin da due passi prova il rasoterra ma non inquadra la porta. Ancora Zaza mette i brividi agli emiliani su punizione, l’estremo difensore neroverde è però bravo a sventare la minaccia. E’ l’ultima azione del match, il Sassuolo batte un Ascoli che comunque non ha demeritato nell’arco dei novanta minuti. L’Ascoli resta fermo a quota 6. La prossima giornata vedrà i bianconeri impegnati contro il Crotone: i tre punti saranno fondamentali per allontanarsi dalle zone calde di classifica.

SASSUOLO (4-3-3): Pomini; Laverone (53’ Gazzola), Bianco, Terranova, Longhi; Chibsah, Magnanelli, Missiroli; Troianello, Boakye (79’ Pavoletti), Catellani (75’ Bianchi). A disp.:Pigliacelli Marzorati, Troiano, Berardi, Pavoletti. All.: Eusebio Di Francesco.

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Ricci, Peccarisi, Faisca; Scalise, Russo, Loviso (61’ Zaza), Morosini (53’ Di Donato), Giallombardo; Soncin (71’ Fossati), Feczesin. A disp.: Maurantonio, Pasqualini, Prestia, Capece. ll.: Silva.

ARBITRO: Sig. Roca
ASSISTENTI: Sigg. Segna – Fiorito
IV UFF.: Dei Giudici

RETE: 32’ Boakye (S)

NOTE: ammoniti Soncin (A), Terranova (S)