Volley: PER LA BABY ALESSANDRA CONCETTI CONVOCAZIONE REGIONALE

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
n18_alessandra_concettiSe considerarla baby è un pò difficile, dall’alto dei sui 181 cm , ma Alessandra Concetti, 14 anni ma già tanta pallavolo, figlia d’arte ( mamma Monica e papà Raniero hanno scritto e stanno scrivendo pagine di pallavolo) e sorella d’arte ( la sorella Gaia diciannovenne gioca già da due anni in B1 ) sicuramente è una delle più belle speranze della pallavolo fermana e marchigiana .Alessandra Concetti Gioca con la serie D di Volley Angels ed è anche il perno di almeno 2 squadre giovanili del team rossoblu  ed è già alla seconda convocazione con la rappresentativa regionale under 15 che dovrà partecipare al trofeo delle Regioni che quest’anno si svolgerà in Sicilia. In tutto sono due le atlete del fermano e da qui a fine Giugno dovranno convincere il selezionatore regionale Agostinelli di essere degne fino in fondo di questa considerazione.
La brava e simpatica Alessandra ha preso sicuramente i geni dei genitori in fatto di grande capacità di concentrazione ma rimane anche il simbolo per tutte le giovanissime di Volley Angels , che sperano di percorrere  la prorpia storia importante fino alla prima squadra di Volley Angels . Importante dire che Alessandra non è la prima atleta di Volley Angels ad avere un contatto ravvicinato con la rappresentativa regionale : Negli ultimi 5 anni lei è la terza atleta del team rossoblu. 5 anni fa fu la volta di Alessia Castellucci ( che già da due anni gioca in B2) , tre anni fa fu la volta di Giulia Pierantozzi ( messa fuori gioco da un problema alla schiena proprio alla vigilia della convocazione finale)  ora perno della formazione di Volley Angels.
Un fatto importante per il giovanissimo team che unisce Porto San Giorgio e Porto Sabt’Elpidio che mostra di sapere “sfornare”  con buona continuità atlete interessanti e di prospettiva, un ulteriore riconoscimento per la scuola di pallavolo federale che vede come perno importante Daniele Mario Capriotti coadiuvato da tanti bravi tecnici.

 

Print Friendly, PDF & Email