Zebre Rugby Club: in vista della partita cobtro i Gallesi Dragons

Spread the love

Parma, 11 Aprile 2018 – Dopo aver visitato Glasgow e Dublino ed aver collezionato due sconfitte piene rispettivamente contro i Warriors e il Leinster, questo finesettimana le Zebre Rugby tornano a giocare in Italia, traslocando temporaneamente la propria dimora sugli spalti dello Stadio Tommaso Fattori dell’Aquila. Avversari dei bianconeri per l’occasione saranno i Gallesi Dragons, usciti sconfitti nelle loro ultime tre trasferte a Parma. Calcio d’inizio della sfida, valevole per il 20° e penultimo turno di Guinness PRO14, in programma sabato alle 17:00.

L’incontro sarà prodotto da Eurosport 2, canale 211 di Sky TV, e sarà anche disponibile in streaming su Eurosport player (https://it.eurosportplayer.com/schedule).

Trascorse le due trasferte ostiche in Scozia e in Irlanda, il percorso stagionale residuo delle Zebre in Guinness PRO14 sorride alla franchigia con sede a Parma, impegnata in tre ultimi incontri sul suolo italiano. Occasione, dunque, per Castello e compagni di andare a centrare quel tanto agognato quinto successo annuale in campionato celtico, mai raggiunto nelle edizioni precedenti della competizione. Con i Dragons all’Aquila, gli Ospreys a Parma – nel recupero della 17° settimana di gioco – e il Benetton a Treviso, i bianconeri vedono tangibile la loro chance di chiudere al meglio la propria avventura nel torneo di fronte al pubblico di tutta la Penisola.

Il record di vittorie stagionali potrebbe essere tagliato già questo sabato al Fattori, facendo capitolare i Dragons, seconda squadra più sconfitta di tutte quest’anno in Guinness PRO14 dopo i Southern Kings di Port Elizabeth. Al netto di diciannove partite disputate, i Gallesi di Newport hanno infatti esultato solamente in due occasioni: alla 3° e alla 5° giornata, rispettivamente contro Connacht e Southern Kings.

Il cammino in Guinness PRO14 ed in EPCR Challenge Cup

Dopo aver ottenuto due successi nelle prime cinque giornate del campionato celtico, i Dragons hanno conosciuto una carestia di risultati, protrattasi sino ad oggi. La loro ultima vittoria nella competizione risale infatti al 30 Settembre 2017, occasione in cui a farne le spese furono i Southern Kings di Port Elizabeth. Da allora la franchigia insediata a Newport è incappata 12 ko, intervallati da due pareggi contro Ulster e Warriors, rispettivamente al 10° e al 14° turno. L’ultima chiamata alla corsa per un terzo posto nel girone avente in palio la qualificazione alla prossima edizione di Champions Cup è stata pertanto chiusa anzitempo dai Gallesi, i quali attualmente albergano al penultimo posto della Conference B al netto di 18 punti.

Clicca qui per la classifica del Guinness PRO14 2017/2018

Inseriti nella Pool 1 di Challenge Cup, i Dragons hanno chiuso la propria avventura nella fase a girone al secondo posto, dietro ai Newcastle Falcons. Tre vittorie nelle prime sei partite di coppa hanno valso 16 punti ai Dragons, insufficienti però a garantire loro il passaggio del turno in qualità di miglior seconda. Ai quarti di finale parteciperanno infatti il Gloucester, lo Stade Francais e il Brive, oltre alle cinque leader di Pool: Falcons, Blues, Pau, Edinburgh e Connacht.

L’ultimo precedente

Questo sabato Zebre e Dragons si ritroveranno da avversari per la prima volta nella stagione corrente. L’ultimo precedente tra le due squadre risale infatti a quasi un anno fa: era l’8 Aprile 2017, occasione in cui i bianconeri piegarono i Gallesi 29 a 14, andando a strappare una vittoria con punto di bonus allo Stadio Lanfranchi di Parma, nella gara della 19° giornata di Guinness PRO12. Le Zebre, reduci dal loro secondo successo in campionato contro il Connacht, poterono così momentaneamente allungare a + 3 lunghezze di distanza sul Benetton nella corsa tra le due Italiane alla qualificazione alla Champions Cup 2018/2019, andata infine alla squadra trevigiana nel turno conclusivo della competizione.

I giocatori chiave

In una Parma calda e soleggiata, i bianconeri hanno superato la linea di meta in quattro occasioni: con Ruzza e Minnie nel primo tempo – chiusosi sul 15 a 7 anche grazie ad un piazzato di Canna – e con Padovani e Meyer nella ripresa. La nomina di “man of the match” è ricaduta infine sull’estremo Edoardo Padovani, reduce da un convincente Sei Nazioni 2017 disputato sotto la guida di O’Shea.

Ultimi cinque precedenti

1/03/2015, Guinness PRO12: Zebre v Dragons: 23-17

11/09/2015, Guinness PRO12: Dragons v Zebre: 13-0

7/05/2016, Guinness PRO12: Zebre v Dragons: 47-22

9/09/2016, Guinness PRO12: Dragons v Zebre: 11-6

08/04/2017, Guinness PRO12: Zebre v Dragons: 29-14

——————————————————————————–
La storia dei Dragons:
I Dragons – “Newport Gwent Dragons” fino al 2017 – condividono la medesima genesi delle attuali altre quattro franchigie gallesi. Nel 2003, infatti, la Federazione Gallese di Rugby addivenne alla decisione di ristrutturare l’intero sistema di divisione regionale delle nove massime società professionistiche di rugby, militanti fino al 2001 nella Welsh Premiership e dalla stagione 2002/2003 in Celtic League, assieme ai più prestigiosi club irlandesi e scozzesi. Problemi finanziari e volontà di alzare il tasso qualitativo complessivo del movimento rugbistico del Paese hanno indotto la Federazione Gallese a riunire i nove club in cinque franchigie territoriali (attualmente quattro dopo lo scioglimento dei Celtic Warriors nel 2004). Nella fattispecie i Newport Dragons rappresentano la massima espressione del rugby diffuso e praticato nella contea sudorientale di Gwent, scioltasi dal punto di vista amministrativo nel 1996. Nati da un accordo tra le presidenze dell’Ebbw Vale RFC e del Newport RFC, i Dragons raggiunsero i loro migliori risultati sportivi negli anni immediatamente successivi alla loro fondazione. Terzi nell’edizione 2003/2004 della Celtic League e quarti l’anno successivo, la squadra con base a Newport conobbe in seguito una carestia di soddisfazioni agonistiche, finendo costantemente tra le ultime tre classificate nelle stagioni dal 2005 al 2009. Nell’interludio: una semifinale di Challenge Cup nel 2007, persa però contro i francesi del Clermont Auvergne per 46 a 29. La franchigia gallese, rappresentata in campo dai colori nero, giallo e rosso, di fatto insegue ancora il primo titolo tanto in campionato celtico quanto in coppa europea. In quest’edizione del Sei Nazioni, i Dragons hanno annoverato appena due giocatori nell’organico della Nazionale Gallese: il seconda linea capitano della franchigia Cory Hill (15 caps con il Galles) e il tallonatore Elliot Dee (7 caps), mentre poco spazio è stato riservato all’ala Hallam Amos, chiamato per i raduni della Nazionale, ma puntualmente escluso dalla rosa dei 23 giocatori scelta da Warren Gatlan. I Dragons disputano i propri incontri casalinghi al Rodney Parade, impianto di circa 11 000 posti situato nel cuore di Newport, il quale tra le altre gare ospita anche le partite interne del Newport RFC, della società calcistica Newport Country A.F.C. e della squadra locale di cricket Newport Cricket Club.