26 febbraio 1960 : Preparativi per l’incontro con la Torres

altAl centro della linea mediana giocherà Chiosisi o Mezzadri. L’allenamento di ieri della Del Duca – Torelli verrebbe utilizzalo il ruolo di terzino destro – Gli atleti partiti per il ritiro di Porto S. Giorno

Mentre i cadetti bianconeri erano impegnati sul campo di Pesaro per il campionato riser­ve, nel pomeriggio di ieri il trainer Mezzadri ha fatto eseguire una sgambata allo Squarcia ai suoi poulains. Quindi intorno alle ore 19 tutto il clan bianconero è salito in pullman ed è partito alla volta di Porto S .Giorgio.

La saggia decisione è stata presa affinchè nel « buen retiro » deiraccogliente Hotel Nettuno i giocatori della Del Duca possano prepararsi airincontro con la Torres (che dopo la vittoria sulla Lucchese ha molto aumentato le sue «quotazioni ») senza esse­re contaminati dai rumori e dal- ft lusinghe del carnevale asco­lano.

Stando ad alcune decisioni prese dal trainer si deve arguire che la formazione per domenica prossima presenta dei notevoli mutamenti nei reparti difensivi. Per la prima linea, infatti, salvo novità dell’ultimo minuto, non si dovrebbero supporre sostitu­zioni o spostamenti, ferme re­stando le condizioni fìsiche an­cora… minoritarie dell’ala destra Furini.

Per la difesa il trainer atten­derà la prova di Torelli terzino destro nella partita con il Pesa­ro riserve, dopo di che egli avrà da giocare le seguenti carte: lo spostamento di Chiossi al centro della mediana (suo originario ruolo), il passaggio di Torelli al posto di terzino destro; ancora 1 un’altra novità prevedibile, an- | dando deluse le aspettative di jcui sopra, è quella di vedere lo (stesso trainer Mezzadri scende­re in campo con la maglia del centro mediano.

Da tutto ciò risulta quindi evi­dente 1 intenzione di mostrarsi contro il Torres in una formazio­ne che con una difesa e una me­diana rivedute, possa lanciare una prima linea con la speranza che questa sappia di nuovo ri­trovarsi per concludere con de­cisione manovriera e con auto­rità.

seienne Emidio Marini è ricorso alle cure dei sanitari. Al nosoco­mio gli è stata riscontrata la frattura del colles dell’avambrac. ciò destro per cui si è reso ne­cessario il ricovero.

I sanitari hanno pronosticato una degenza di trenta giorni sal­vo complicazioni.