Marzetti: “Non vediamo l’ora di cominciare questa nuova avventura,obiettivi di mercato raggiunti”

Lo start per l’avvio della prossima stagione ha la data di lunedì 17 agosto, giorno nel quale l’Atletico Ascoli ha spalancato le porte alla nuova categoria tanto agognata ed afferrata, l’Eccellenza. Per utilizzare un lemma squisitamente calcistico, una sgambata vittoriosa, interrotta bruscamente per cause di forza maggiore, che ha condotto la truppa di mister Filippini in Eccellenza, traguardo storico raggiunto dalla formazione ascolana.
Uno degli artefici di tale impresa è il DS Mario Marzetti, che da anni ha sposato il progetto Atletico Ascoli. Il direttore, in sinergia con la proprietà, lo staff tecnico, la squadra e tutti i vertici societari, ha scritto una delle pagine pregnanti della memoria calcistica del club. E la corsa non si ferma qui.

Dɪʀᴇᴛᴛᴏʀᴇ, ᴀʀᴄʜɪᴠɪᴀᴛᴀ ʟᴀ sᴛᴀɢɪᴏɴᴇ ᴀᴘᴘᴇɴᴀ ᴘᴀssᴀᴛᴀ ᴄᴏɴ ɪʟ sᴀʟᴛᴏ ᴅɪ ᴄᴀᴛᴇɢᴏʀɪᴀ, sɪᴇᴛᴇ ᴘʀᴏɴᴛɪ ᴘᴇʀ ɪɴɪᴢɪᴀʀɴᴇ ᴜɴᴀ ɴᴜᴏᴠᴀ.

“Siamo pronti e carichi per affrontare questa nuova stagione in una categoria che abbiamo conquistato con tenacia, dedizione e convinzione nelle nostre capacità. In seguito alla retrocessione di tre anni fa, la società è ripartita con l’obiettivo di tornare nel massimo campionato regionale. Nonostante l’emergenza Covid19 ed il conseguente blocco del campionato decretato dalla FIGC, la nostra cavalcata non si è arrestata, ottenendo la testa della classifica. Siamo felici di aver tagliato un traguardo così importante e non vediamo l’ora di ripartire con il giusto mix di entusiasmo ed ambizione che ci permetta di far bene e di stabilizzarci, almeno inizialmente, in questo nuovo campionato. Sarà poi il verdetto del campo ad indicare la  posizione raggiunta”.

Esᴛᴀᴛᴇ, ᴛᴇᴍᴘᴏ ᴅɪ ᴍᴇʀᴄᴀᴛᴏ. Tᴀɴᴛᴇ ʟᴇ ʀɪᴄᴏɴғᴇʀᴍᴇ, ᴀ ᴘᴀʀᴛɪʀᴇ ᴅᴀɪ ᴘᴜɴᴛɪ sᴀʟᴅɪ ᴅᴇʟʟᴀ sǫᴜᴀᴅʀᴀ.

“Siamo soddisfatto sia per le conferme che per i nuovi arrivi. Ci eravamo prefissati delle pedine necessarie per puntellare l’ossatura e le abbiamo ottenute. Siamo ripartiti dalla base, confermando lo scheletro della squadra e da lì abbiamo inserito nuovi innesti in ogni reparto. Nel baluardo difensivo ed a centrocampo sono stati fatti diversi movimenti: discorso diverso, invece, per il fronte offensivo, riconfermato in blocco e a cui si è aggiunta una vecchia conoscenza del panorama calcistico ascolano, Daniele Gragnoli. Siamo contenti anche del parco under a disposizione: avevamo diversi ragazzi 2002 già presenti in rosa e qualche 2001 che aveva giocato negli ultimi 2 anni. Ergo, lavoreremo sui 2002 e 2003 per ampliare ulteriormente la rosa ma ad oggi siamo soddisfatti di tutti i movimenti portati a compimento. Tengo a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla promozione e che non fanno più parte del progetto, ma, sicuramente, saranno ricordati da tutti noi per l’impegno e la dedizione infusi nel corso della passata stagione dando i frutti che abbiamo raccolto”.

Cᴏᴍᴇ ᴘʀᴏᴄᴇᴅᴇ ʟᴀ ᴘʀᴇᴘᴀʀᴀᴢɪᴏɴᴇ ᴛʀᴀ ʟᴀ ᴠᴇᴄᴄʜɪᴀ ɢᴜᴀʀᴅɪᴀ ᴇ ʟᴇ ɴᴜᴏᴠᴇ ʟᴇᴠᴇ?

“L’integrazione tra le due componenti procede per il meglio, i veterani stanno aiutando i nuovi ad integrarsi e questo facilita il compito. Nei primi allenamenti ho percepito un ottimo entusiasmo, un buon affiatamento iniziale che mi lascia ben sperare, che con il tempo si capirà meglio. Le premesse sono buone perchè il gruppo è formato da ragazzi solari, genuini, molto dediti al lavoro e credo che si possa ricreare un gruppo forte che ci permetta di far bene in questo campionato che si appresta ad essere molto difficoltoso. Tutte le compagini stanno effettuando ritocchi ed innesti di spessore, ci sono società dal blasone imoortante, per cui ritengo che l’attenzione debba essere massima ed il lavoro svolto in maniera precisa con il giusto atteggiamento da parte di ciascun elemento della societa”.

Nᴇᴄᴇssᴀʀɪᴀ, ɪɴ ǫᴜᴇsᴛᴀ ғᴀsᴇ ᴅɪ ᴘʀᴇ-ᴄᴀᴍᴘɪᴏɴᴀᴛᴏ, ʟ’ᴀᴘᴘʟɪᴄᴀᴢɪᴏɴᴇ ᴅᴇʟ ᴘʀᴏᴛᴏᴄᴏʟʟᴏ ᴀɴᴛɪ-Cᴏᴠɪᴅ ᴘʀᴇᴠɪsᴛᴏ ᴅᴀʟʟᴀ FIGC.

“Prima di ripartire abbiamo dovuto analizzare bene il protocoollo, strutturarci in modo tale da rassicurare tutto il gruppo di lavoro e garantire la sicurezza della salute personale di ogni tesserato. Il protocollo è complesso, ma è obbligatorio rispettarlo in ogni sua prescrizione al fine di poter evitare qualsiasi tipo di contagio e tenere il virus il più lontano possibile da noi. La fortuna di svolgere la preparazione a Venarotta, la cui struttura è ad uso esclusivo del nostro club, consente di definire in maniera certosina le entrate e le uscite, l’utilizzo delle mascherine, di sanificatori e di tutti i dispositivi richiesti dalle normative in vigore in materia anti-Covid. In questi primi giorni ho visto tanta attenzione e cura da parte di tutti e questo è un fattore molto positivo”.

Lᴏ sᴘᴇᴛᴛʀᴏ ᴅᴇʟ Cᴏᴠɪᴅ-19 ᴄᴏɴᴛɪɴᴜᴀ ᴀᴅ ᴀʟᴇɢɢɪᴀʀᴇ ɴᴏɴ sᴏʟᴏ ɪɴ Iᴛᴀʟɪᴀ ᴍᴀ ᴀɴᴄʜᴇ ɴᴇʟ ʀᴇsᴛᴏ ᴅᴇʟ ᴍᴏɴᴅᴏ. Qᴜᴀɴᴛᴏ ᴇ̀ ɪᴍᴘᴏʀᴛᴀɴᴛᴇ ɪʟ ʀɪsᴘᴇᴛᴛᴏ ᴅᴇʟʟᴇ ɴᴏʀᴍᴀᴛɪᴠᴇ ᴀɴᴛɪ-Cᴏᴠɪᴅ ᴅᴀ ᴘᴀʀᴛᴇ ᴅᴇɪ ᴛᴇssᴇʀᴀᴛɪ ᴇ ᴅᴇɢʟɪ ᴀᴘᴘᴀʀᴛᴇɴᴇɴᴛɪ ᴀʟʟᴀ sᴏᴄɪᴇᴛᴀ̀?

“Il rispetto da parte di ciascuno di noi è fondamentale: dai giocatori, allo staff tecnico e medico, ai dirigenti. Basta l’errore di un singolo per creare disagi a tutto l’ambiente. Bisogna seguire il protocollo alla lettera, i ragazzi sono stati informati su tutti i rischi che si possono correre e sulle precauzioni da adottare e devo dire che sono molto ligi al dovere, rispettando al massimo tutte le prescrizioni. Ringrazio il fisioterapista Valerio Vellei che ha messo in campo la sua competenza affinchè tutti i registri vengano rispettati, a partire dalla quotidiana misurazione della febbre sino a tutti i punti igienico-sanitari da osservare. Nonostante molte società professionistiche stiano registrando sospetti casi di Covid, dal canto nostro, fortunatamente, la situazione è amena. La speranza è che il virus possa lasciarci vivere con serenità questa nuova avventura tanto attesa. La curiosità di confrontarci con una nuova serie è tanta e siamo desiderosi di poter iniziare il prima possibile”.