A.I.A. Artisti Italiani Associati: linee guida per l’intrattenimento proposte con Esibirsi e Stati Generali della Musica Indipendente ed Emergente

Il decreto del 17 maggio scorso, dettando ulteriori disposizioni per la ripartenza ha previsto una serie di adempimenti da seguire relativamente al settore dello spettacolo ( nr di partecipanti, distanza fra gli stessi, preassegnazione dei posti, ecc), nulla, tuttavia, è stato previsto per le attività cd. di trattenimento, cioè tutte quelle che si svolgono all’interno di pub, ristoranti, hotel e simili.

Ora, nel silenzio, stante che le due fattispecie (spettacoli cd. Da palco e intrattenimento) sono diverse e che le attività di ristorazione sono già aperte al pubblico con prescrizioni apposite relative al distanziamento dei clienti e sanificazione dei locali, si ricava che le attività di intrattenimento possano ben svolgersi secondo le regole da adottarsi all’interno di tali strutture.

In tal senso, A.I.A. – Artisti Italiani Associati in collaborazione con Esibirsi soc. coop. E in coordinamento con gli Stati Generali della Musica Indipendente ed Emergente, rappresentante di venti associazioni della filiera delle piccole imprese della musica,  promuove un’istanza nazionale con le istituzioni perché vengano specificate le linee guida relative all’intrattenimento. (che, ribadiamo, è ben diverso dallo spettacolo a cui si riferisce il succitato del 17 maggio)

Tale istanza è stata già inviata alla pec del Ministro Franceschini e di alcuni Presidenti di Regione.
Oggi c’è stato riscontro  da alcuni primi Presidenti di Regione che hanno comunicato di aver trattato le nostre istanze in vari modi, da chi in sede di Conferenza delle Regioni , da chi nelle riunioni con il Governo, da chi in incontri interni. Restiamo quindi fiduciosi in attesa e a disposizione sia delle istituzioni che degli operatori del settore per ulteriori informazioni su questa tematica o altre inerenti il comparto.
Per favorire la sicurezza per i lavoratori dello spettacolo che avranno modo di ricominciare ad operare è stato, inoltre, redatto un protocollo di sicurezza specifico a cura di MC Sicurezza del Dottor Marco Braghin, Esibirsi soc. coop. e dell’Avvocato Claudia Barcellona. Tale protocollo si ritiene  utile per informare gli artisti ma anche per essere utilizzato dagli stessi artisti come autocertificazione da fornire ai gestori dei locali garantendo loro di aver seguito e seguire le prescrizioni riportate.

 

Istanza: https://drive.google.com/open?id=1RnavQCYpaE5YszwcfYHWgOQbLWO4h22W

 

Protocollo Sicurezza Covid19: https://drive.google.com/open?id=1Ww3-baTNKLnYJAmA4FJXAVb87B6X1g8D