A2: Ancora una sconfitta per l’Ascoli, al Pala Monterocco passa anche il Rapid Nonantola

Spread the love

Ascoli Piceno 5 dicembre 2009 – Ennesima battuta d’arresto casalinga per l’Ascoli, che ha ceduto il passo al Rapid Nonantola nella settima giornata di andata del girone B del campionato di serie A2. I padroni di casa, che hanno recuperato in extremis Bolla e Angeletti, hanno dovuto fare i conti ancora una volta con le rotazioni assai limitate e con la cattiva giornata in difesa di diversi giocatori.

Dall’altra parte, una formazione emiliana assai ordinata che ha distribuito nei migliori dei modi il gioco in attacco ed è riuscita a mantenere i nervi saldi quando, soprattutto nel secondo tempo, i ragazzi del nuovo tecnico Bordoni hanno intensificato la loro applicazione difensiva provando un accenno di rimonta. Tra le fila rossoblù del Nonantola, da rimarcare la prestazione di Gabriele Serafini con sette reti ma anche il pivot Manfredini e capitan Giannetta hanno fatto pienamente la loro parte con sei reti a testa. Come al solito, i bianconeri sono partiti con il giusto atteggiamento e grazie alle reti di Bolla e Angelini hanno ribattuto colpo su colpo agli avversari (7 pari al 13’). Il Nonantola a quel punto ha registrato la propria difesa, riuscendo a trovare facili reti in contropiede e piazzando un micidiale parziale di 8-0 nella parte centrale del primo tempo (7-15 al 22’). Stesso canovaccio nel finale di tempo con il Rapid più lucido, e con il solo Bolla per l’Ascoli capace di superare il portiere avversario  con gli emiliani bravi ad  allungare fino al 10-19, risultato con il quale termina il primo tempo. Al rientro dagli spogliatoi l’Ascoli prova a difendere con più aggressività, costringendo gli ospiti  a segnare solo due gol nei primi dodici minuti (15-21 il parziale al 42’) ma ad aggiustare le cose ci pensano Manfredini e Valle che propiziano un nuovo parziale di 6 a 2 (17-27 al 48’). Poco da commentare per gli ultimi dieci minuti dell’incontro con i padroni di casa capaci solo di contenere il divario con gli avversari, non riuscendo però mai a dare l’impressione di poter cambiare il volto della partita. L’incontro si chiude con la squadra di Zoboli che gestisce il largo vantaggio, e a due minuti dalla fine segna il definitivo 22 a 31 con Manfredini. Dopo sette giornate di campionato la classifica dell’Ascoli comincia ad assumere contorni davvero preoccupanti. La formazione del Dottor Salvi occupa in solitaria l’ultima posizione con zero punti, conseguenza delle sei sconfitte rimediate in altrettanti incontri. Per il tecnico Bordoni sarà una settimana difficile viste  le facce dei bianconeri al termine della partita , infatti dovrà risollevare il morale a terra di una squadra che sente tutto il peso di una classifica seriamente compromessa. E sabato arriva il derby sul campo del Monteprandone, reduce dalla preziosa vittoria sul Chieti.

ASCOLI 22 RAPID NONANTOLA 30

Ascoli: Di Gialluca F., Fioravanti,Limoncelli 3,Valori,Ferretti,Di Gialluca A. 1,Salvi 2, Cinelli 1, Russo 2, Bolla 9,Angelini 3,Morale 1,Angeletti,Ciannavei. All. Bordoni

Rapid Nonantola: Monari,Manfredini 6,Serafini R. 4,Valle 3,Giannetta 6,Bernardi,Serafini G. 7,Apparuti,Morselli,Porrari 5,Malagoli,Machi. All.Zoboli

Arbitri: Petruzzelli Giuseppe – Fioretti Massimo

Note: primo tempo 10-19. Rigori: Ascoli 5/7  Rapid Nonantola1/2. Minuti di sospensione: Ascoli 6 Rapid Nonantola 10. Spettatori 100.

Testo di Emidio Cinelli