A2: Ascoli convincente esordio in campionato contro il Guardiagrele.

Spread the love

ImageUna vittoria schiacciante per la rinnovata formazione dell’Ascoli pallamano, 37 a 15 il risultato con cui la compagine ascolana si aggiudica il primo incontro del campionato 2008-09 di serie A2 maschile girone B ai danni della neopromossa Guardiagrele. A una settimana di distanza dall’ultimo impegno di precampionato disputato a Monteprandone al 1^ torneo Iadarola, gli ascolani hanno fatto vedere dei miglioramenti soprattutto per ciò che riguarda l’assetto in campo. Composta da molte facce nuove, su cui la società presieduta dal Dott. Serafino Salvi ha puntato per la costruzione del nuovo ciclo, la squadra ha mostrato per lunghi tratti trame di gioco interessanti ed un potenziale che può e deve migliorare molto nel corso delle prossime settimane. Il pomeriggio in casa Ascoli è cominciato con l’ufficializzazione da parte di Marcello Fonti dell’addio alla pallamano giocata. Autentica icona del handball italiano, Marcello lascia il parquet con un palmares di tutto riguardo: 4 scudetti, 208 presenze in maglia azzurra, una medaglia d’argento conquistata ai giochi del Mediterraneo (Bari 1997) e la presenza all’unica partecipazione italiana ad una fase finale di un mondiale Kumamoto 1997 (Giappone). In casa Ascoli le sorprese non sono finite qui, infatti il Vice Presidente Antonio Bolla ha annunciato il ritorno in maglia bianconera del terzino Paolo Cotellessa, la stagione scorsa al Pescara, e capace di realizzare nelle due precedenti stagioni in riva al Tronto la bellezza di 291 reti. Sette titolare formato da Collevecchio in porta, le ali Russo e Lucarini, Cotellessa e Sgarella sulla linea dei terzini, Bolla in posizione pivot e Tamas a centrale. Proprio questo schieramento è risultato il migliore in campo, con guizzi ed azioni in velocità che hanno impressionato favorevolmente. La prima rete 2008-09 che apre le danze è di Lorenzo Lucarini, al 44’ secondo, seguita da Sgarella dopo 51 secondi. L’impatto sull’inizio della partita del giovane Lucarini produce un effetto devastante nella disorientata difesa abruzzese, con quattro reti nei primi cinque minuti di gioco con un parziale di 6 a 0 dando il via alla fuga dell’Ascoli, sempre avanti nel punteggio per tutto l’incontro. La giovane ala, ex Falconara, ha fatto intravedere buone cose in campo, rendendosi pericoloso e preciso in fase realizzativa (al termine dell’incontro risulterà il miglior marcatore con 11 reti) e facendosi trovare sempre pronto nelle azioni di contropiede. Per vedere la prima realizzazione in A2 dei gialloblù si deve attendere il rigore realizzato da capitan Cellini al minuto 6 e 50. Gli uomini del tecnico Rapposelli provano a limitare il passivo , grazie sempre a Cellini e l’argentino Castro (14-9 al 25’). L’Ascoli però non si scompone e grazie ai positivi Salvi e Di Sabatino e al sempreverde Russo allunga sino al 18-11 con cui le due squadre vanno negli spogliatoi. Al rientro in campo i padroni di casa continuano sulla falsa riga di quanto fatto vedere nel primo tempo, ma con una convinzione ed affiatamento ancora maggiore tra i giocatori. Terrificante avvio di ripresa dell’Ascoli a segno 9 volte nel giro di 10 minuti nonostante una doppia inferiorità numerica (27-11 al 40’20). Con un altro 5-0 in 4 minuti grazie alle tre reti di Serpilli ed a quella di Sgarella ed un rigore di capitan Russo l’Ascoli vola sul 32 a 13. Con le sorti della partita saldamente nelle mani degli uomini di Fonti, la differenza di preparazione, ma anche di schemi fra le due squadre si accentua in modo evidente. Finale di partita senza storia, Tamas e compagni giocano divertendosi e divertendo il pubblico. Con il tecnico Fonti che prova alcune alternative che potranno essere utili nel prosieguo del campionato. Il risultato finale è di 37 – 15, con il Guardiagrele, fatta eccezione per una parte centrale di primo tempo un po’ confusionario, si è visto un gran bell’Ascoli: difesa, gioco veloce, arioso e spumeggiante, rapidi capovolgimenti di fronte, reti spettacolari. Sabato sera si è potuta ammirare una buona squadra che, nonostante si sia rinnovata per oltre il cinquanta per cento delle sue componenti, ha lasciato intravedere per lunghi tratti una buona impronta di gioco ma, soprattutto, tanta voglia di migliorarsi. Questa prima partita è stata, inoltre,un’occasione per constatare la bontà del lavoro svolto in sede di campagna di rafforzamento del Vice Presidente Bolla. Ora bisognerà lavorare e continuare sulla strada che si è iniziata a tracciare. Ascoli Pallamano: Collevecchio, Pannelli, Tamas(1), Sgarella(7), Russo(4), Salvi(3), Serpilli(5), Lucarini(11), Bolla(1), Mignini, Cotellessa(3), Di Gialluca F., Di Sabatino(2). Allenatore: M. Fonti Asd Handball Guardiagrele: Adorante(1),Caravaggio, Cellini(5), Colaprete, Di Crescenzo, Iezzi(1), Massari(2), Sciarretta, Taraborelli, Civitella(1), Castro(5), Di Prinzio, Rapposelli, Spinogatti. Allenatore: F. Rapposelli Arbitri: Falcone Gianfranco – Panno Gaetano Primo tempo: 18-11. Spettatori: 100 circa. Ascoli Piceno, 18 ottobre 2008 Addetto Stampa Emidio Cinelli 329 2639088