A2: Ascoli nuovo passo falso, il derby piceno sorride al Monteprandone

Spread the love

Monteprandone 12 dicembre 2009 – Il derby del piceno sorride al Monteprandone, che conquista la prima vittoria interna del campionato dopo una partita non bella dal punto di vista tecnico ma, ricca di tensione.

I padroni di casa mostrano grande spirito di squadra e freddezza fin dai primi minuti di gioco, con l’ex Di Sabatino micidiale al tiro (10 reti per lui). Il Monteprandone con questo secondo successo consecutivo raggiunge il 6^ posto in classifica a quota 10, mentre l’Ascoli rimane ultimo fermo ancora a zero. Partenza positiva della compagine bianco – azzurra che con Di Sabatino,Paolucci e Salpietro volano sul 6-2 dopo 8’. L’Ascoli è costretto più volte a giocare ai limiti del passivo, mentre in attacco le manovre del Monteprandone sono premiate dalle reti di uno scatenato Matteo Di Sabatino. L’Ascoli prova a rifarsi sotto ma non riesce a pervenire al pareggio: ci pensa Sciamanna a portare i suoi in vantaggio dopo i primi trenta minuti: 17-11 il punteggio. Nella ripresa, l’Ascoli scende in campo con un piglio diverso e prova ad invertire l’andamento dell’incontro. Verso la metà del secondo tempo i bianconeri sotto la spinta di Bolla e Ciannavei riescono a ridurre lo svantaggio arrivando al –5 (27-22 al 53’). Purtroppo è solo un fuoco di paglia, i bianconeri falliscono la rete del possibile –4, con il Monteprandone che reagisce prontamente andando a chiudere l’incontro sul risultato di 32 a 24. Migliori per i padroni di casa Matteo Di Sabatino e l’ala Paolucci mentre per l’Ascoli nota di merito per Massimo Ciannavei autore di tre splendide reti. Il prossimo turno l’Ascoli viaggerà ancora in trasferta e renderà visita all’Apuania Farmigea, squadra all’inizio del torneo accreditata per la conquista della promozione ma che dopo otto giornate si trova a centro classifica. Bordoni in settimana dovrà lavorare duramente per sistemare le carenze evidenziate dalla sua squadra. Il problema, in questo momento, dell’Ascoli è dato dal fatto che fatica a trovare la via della rete e fare risultato. Tutti i giocatori sono concordi, ed hanno dichiarato che, per uscire da questo momento difficile, devono cercare di restare calmi e uniti ed essere più concreti in attacco e attenti in difesa. La squadra non si sente spacciata ( come si legge sul sito ufficiale di una avversaria), anzi è convinta di potercela ancora fare (il Chieti si trova solo a 4 punti ed il Pescara a 6) perché si sente viva e motivata.

 

MONTEPRANDONE ASCOLI 32 – 24                  

Monteprandone:Labrecciosa,Salladini,Bisirri1,Consorti1,Salpietro4,DiSabatino10,Sciamanna4,Veccia1,Paolucci8,DeCugni,Pannelli1,Gabrielli1,Fanesi1.All. Romandini

Ascoli:DiGiallucaF.,Fioravanti,Limoncelli1,Morale3,Angeletti5,FerrettiM.,DiGiallucaA.1,FerrettiL.,Cinelli, Gaspari,Bolla5,Russo3,Angelini3,Ciannavei3. All. Bordoni

Arbitri: Visciani Luigi di Roma – Losengo Vincenzo di Sassari

Note: primo tempo 17-11. Rigori: Monteprandone 3/5 – Ascoli 4/5. Minuti di sospensione: Monteprandone 6 – Ascoli 8. Spettatori 100.