A2 Pallamano: Di Gialluca regala il successo all

Image Il portiere ascolano neutralizza 3 rigori consecutivi nel convulso finale di Guardiagrele. Nella prima giornata del girone di ritorno l’Ascoli si è imposta di un soffio,26 a 27 il risultato finale, nei confronti del Guardiagrele, al termine di una partita non bella ma sicuramente emozionante.  Alla vigilia la partita si prospettava delicata per la formazione ascolana, dopo i cali di concentrazioni denotati nelle ultime giornate, con la necessità di fare bottino pieno senza lasciare ulteriori punti per strada. L’incontro è stato combattuto per tutti i 60 minuti di gioco con la compagine di Fonti abile a gestire i momenti decisivi. Gli uomini di Fonti erano chiamati ad un impegno particolare nell’affrontare una compagine in cerca della prima vittoria stagionale, e le intenzioni avversarie non sono smentite ad inizio partita, quando al 3’ minuto di gioco il Guardiagrele si porta sul 2-1. Nel primo tempo la tensione è palpabile tra i due schieramenti, intenti a non concedere nessun vantaggio all’avversario fin dalle battute iniziali, duri i duelli tra i giocatori, con il gioco che ne risente in modo inevitabile con le difese che riescono ad avere la meglio sugli attacchi. Dopo l’acuto iniziale dei padroni di casa, l’Ascoli piazza un immediato 4-1 che vale il +2 (3-5, 13^ minuto). Il Guardiagrele si affida ai suoi elementi di maggiore spicco, che non deludono. A ristabilire la parità ci pensa, infatti, Wolter, che prima pareggia poi regala il +1 ai suoi (9-8, 22^minuto). L’Ascoli in evidente affanno, vista la giornata negativa di molti titolare, si affida agli uomini della panchina, trovando buone soluzione offensive con il sempreverde Max Valori e con il giovane Cinelli che chiamato in campo da Fonti (dopo gli errori di Tamas e Bolla) realizza con freddezza il rigore del 9-11. Si rimane così sempre a stretto contatto, con Mignini (altro ragazzo della panchina) a fissare il risultato dei primi trenta minuti sul 13-11 per i suoi. L’inizio di ripresa sfila via sulla falsa riga del primo tempo fino al 19 pari (40^ minuto). I restanti venti minuti di gioco sono una autentica lotta; con i bianconeri che sbagliano di meno e con i Guardiesi che presi dalla foga per la troppa voglia di vincere sciupano diverse occasioni favorevoli in attacco.Con carattere l’Ascoli riporta a distanza gli avversari (22 – 25 a 10 minuti dal termine), che a loro volta però giocano il tutto e per tutto agganciando gli ospiti sul 25 pari (emozionante botta e risposta), quando mancano 136 secondi alla fine della partita. Il gol decisivo arriva con la rete di Lucarini a 40 secondi dal suono della sirena che mette fine ad un confronto equilibrato lungo tutti i 60’ minuti di gioco (26 a 27 il risultato finale), che regala i primi tre punti in trasferta del 2009 all’Ascoli. Una vittoria quella dell’Ascoli che fa bene al morale e che deve servire da sprone alla squadra per non cadere in una crisi di gioco che sembra aleggiare sui bianconeri. Seppur vittoriosa, contro il Guardiagrele l’Ascoli non ha certo dimostrato continuità e tranquillità ma anzi ha mostrato di soffrire ancora di gravi black-out che mettono a rischio quanto di buono si è fatto in allenamento. In campo si è vista una squadra che nonostante la netta superiorità tecnica e fisica non è riuscita ad imporre il proprio gioco, con giocatori incapaci di impostare azioni efficaci in attacco con un Tamas impalpabile autore di una prova disastrosa al tiro. Se contro gli abruzzesi si è evitata la clamorosa sconfitta gran parte del merito lo si deve al portiere Francesco Di Gialluca che nel bollente finale di partita ha parato il possibile e l’impossibile neutralizzando 3 rigori consecutivi tra il 52’ e 56’ , con la propria squadra in doppia inferiorità numerica. Insomma molto impegno attende Fonti che dovrà lavorare dal punto di vista mentale per convincere i suoi uomini di non aver perso le potenzialità di inizio stagione. Alla fine in casa bianconera rimane la soddisfazione di avere ritrovato confidenza con il successo esterno ma soprattutto per il prepotente ritorno in campo di in autoritario Marco Salvucci, in assoluto tra i migliori in campo insieme al gladiatore Valori (3 reti), ed ai già citati Pino Mignini ed il portiere Di Gialluca. Il prossimo appuntamento per l’Ascoli è fissato per sabato 14 febbraio alle or e18,30, al PalasMonterocco, per l’incontro che la vedrà opposta al Città Sant’Angelo, squadra dell’ex allenatore della nazionale azzurra Settimio Massotti e attualmente al quarto posto in classifica. GUARDIAGRELE: Adorante(5), Cellini(1), Colaprete, Di Crescenzo, Garzarella, Iezzi, Massari(2), Pellicciotta(1), Rosati, Wolter(9), Chiara, Marinca(6), Nicodemo(2), Civitella. Allenatore: F. Rapposelli Ascoli Pallamano: Collevecchio,Pannelli(2),Tamas, Russo(2), Bolla(4), Salvi, Di Sabatino(2), Di Gialluca, Valori(3),Salvucci(4),Lucarini(7), Mignini(2),Mucci, Cinelli(1). Allenatore: M. Fonti Arbitri: De Marco Massimiliano – Carcea Giuseppe Primo tempo: 11-13. Spettatori: 50 circa. Bucchianico, 7 febbraio 2009 Under 18: Derby avvincente ed equilibrato per tutti i sessanta minuti tra i bianconeri e i cugini dell’Ancona, con la giovane formazione di Marcello Fonti capace di rispondere colpo su colpo ai più blasonati ragazzi dorici. Ferretti e compagni sfiorano l’impresa traditi nel finale dall’inesperienza dei più giovani cedendo 23 a 25, dopo aver recuperato nel secondo tempo ben sei reti agli avversari. Migliori in campo per i bianconeri: Mucci autore di 9 reti nonostante l’asfissiante marcatura a uomo a cui è stato sottoposto fin dal primo minuto di gioco ed il giovanissimo Domenico Angelini classe 1996.Tabellini: Ascoli: Fioravanti, An.Mucci, Al.Mucci(9), Cinelli(5), Ferretti M.(2),Ferretti L.(5), DiVittori(2),Angelini,Testa,Traini,Damiani,Filiaggi,LaPegna.All.Fonti-Ancona:Aprilani,Baiocchi(2),Dragoni,Corelli(10), D’Intino,Giannelli,Maltoni(5), Mondani,Orlandoni(1),Raggetti(2),Recanatini(5),Remia,Marchetti.All.Aricò Ascoli Piceno, 8 febbraio 2009 E.C.