A2: Pallamano, l

ImageAscoli Piceno 26 febbraio 2009 – Dopo la negativa prova di sabato scorso contro il Fondi, l’Ascoli riprende il cammino in campionato nella speranza di dimostrare che la prestazione della settimana scorsa è stata solo un episodio.

 Lo farà, provando a conquistare tre punti pesanti, sabato pomeriggio, quando andrà in scena alle ore 18,30, al Palasport Monterocco, il derby tra la compagine bianconera e quella del Falconara. Una partita che si giocherà oltre che sul piano tecnico anche su quello fisico e dei nervi. Entrambe le squadre si conoscono molto bene e hanno giocatori di esperienza che renderanno interessante la partita. Si attende un incontro aperto, che non darà un attimo di respiro e dove tutti i giocatori che scenderanno in campo daranno tutto senza risparmiarsi. Il Falconara, allenato dal tecnico Fradi, dopo la sconfitta di Chieti, è reduce dal buon pareggio interno, 27-27, conquistato contro il Cingoli la settimana scorsa. L’organico non è certo di primo ordine, anche se dispone di buoni elementi punti di forza della squadra, quali l’esperto portiere Giambartolomei proveniente dall’Ancona, ed i terzini Simone Cionna e Castillo che sabato sarà assente perché squalificato. La formazione biancorossa fino ad oggi ha condotto un campionato molto positivo, conquistando in realtà 16 punti se non si tiene conto della penalizzazione di 5 punti subita ad inizio campionato, riuscendo a cogliere anche un prestigioso successo contro Città Sant’Angelo. Dal punto di vista tecnico, gli uomini del Presidente Salvi sono nettamente superiori agli avversari ma, come abbiamo potuto vedere nei precedenti incontri di campionato, c’è ancora qualcosa che non va nell’organico bianconero. Probabilmente il problema è davvero solo di testa, quindi una vittoria nel derby potrebbe essere non solo di grande interesse per la classifica ma, soprattutto, importante sotto il profilo mentale. All’appuntamento di sabato pomeriggio l’Ascoli si presenterà al gran completo avendo recuperato Collevecchio assente nella trasferta laziale. Sicuramente in settimana i bianconeri avranno avuto modo di meditare sui tanti errori commessi contro il Fondi, il tecnico Fonti si è fatto sentire dai suoi e sabato punterà molto sulla reazione d’orgoglio dei ragazzi. La fase difensiva è salita di nuovo sul banco degli imputati, sabato scorso è tornata ad essere troppo permeabile e non è la prima volta, si sono visti dei meccanismi davvero lenti. Gli avversari, più volte sono andati al tiro con troppo facilità, se a questo si aggiunge che il portiere Di Gialluca, in alcuni frangenti è stato bravo ad intercettare diversi tiri che gli arrivavano da ogni parte, si comprende quanto negativa sia stata la prova del reparto arretrato. Un successo permetterebbe ai bianconeri di preparare con maggiore tranquillità la trasferta della prossima settimana in casa del Cingoli, autentica bestia nera degli uomini di Fonti. Scelta a dirigere l’incontro la coppia arbitrale costituita dai signori: Coletta e Pinto. Under 18: Ultima fatica di campionato per i ragazzi ascolani. Domenica mattina agli ordini della coppia arbitrale Cimini-Ciotola, inizio ore 11,30, affronteranno i pari età del Cus Chieti. L’occasione buona per capitan Ferretti e compagni per conquistare la prima vittoria interna di questo sofferto torneo. All’andata i bianconeri violarono il palasport teatino ottenendo l’unica vittoria del campionato. E.C.