A2: Pallamano, sabato l

ImageAscoli Piceno 29 gennaio 2009 – Reduce dal successo contro la Roma,i bianconeri troveranno nel Lazio un clima caldissimo: il Gaeta è in lotta per la promozione ed attorno alla squadra c’è grandissimo entusiasmo. La Pallamano Ascoli dopo il vittorioso turno casalingo di sabato scorso contro la Roma al termine di un incontro equilibrato e combattuto, sarà ospite del Gaeta, formazione in grande forma che occupa il secondo posto in classifica.  I laziali guidati dalla coppia Onelli-Medina sono una squadra molto agguerrita e temibile, praticano una pallamano molto veloce e spettacolare, una gara che si presenta molto insidiosa per i ragazzi di Fonti, il quale, nonostante qualche acciacco dovrebbe avere a disposizione tutta la rosa in vista della trasferta che chiuderà il girone di andata. Il Gaeta rappresenta una delle compagini di maggior livello dell’intero girone: tra le sue fila può contare su atleti di categoria, come per esempio il terzino Horvath, considerato uno dei migliori del campionato nel suo ruolo. La difesa dell’Ascoli dovrà poi prestare molta attenzione all’allenatore-giocatore Salvatore Onelli, oltre che all’altro terzino Perrone e all’esperto Matarazzo. Impressionante il ruolino di marcia dei gaetani che negli ultimi tre mesi non fanno troppa differenza tra incontri casalinghi o partite in trasferta: in campionato gli uomini di Onelli hanno vinto le ultime 7 gare disputate, compreso gli scontri diretti contro Fondi e Città Sant’Angelo. Insomma per uscire con almeno un punto dalla struttura geodetica di via Venezia ci vorrà l’impresa. L’Ascoli, ha in ogni caso il dovere di scendere in campo senza pregiudizi o paura di sorta e provare a fare la propria partita. L’incontro di sabato pomeriggio sarà il banco di prova per testare il vero stato di forma della formazione di Fonti. I bianconeri dovranno rispondere con i fatti alle critiche che sono piovute su di loro dopo la sconfitta di Chieti. Per uscire dalla deficitaria situazione, che vede la compagine ascolana vincente soltanto contro Falconara e Tavarnelle negli impegni lontani dal PalasMonterocco, dovrà lavorare sull’aspetto mentale della partita. Come sottolineato più volte dal tecnico Fonti , la carica agonistica deve essere positiva, non deve portare a tensioni nervose e di conseguenza a errori banali. Durante gli allenamenti settimanali l’ambiente bianconero è parso sereno e concentrato, con l’unico obiettivo di centrare un risultato positivo e tutti sono convinti di avere le qualità tecniche tali per riuscire nell’intento. Sul fronte delle formazioni, infine, poche novità con l’Ascoli che dovrebbe schierarsi con Collevecchio in porta, Tamas e Sgarella(terzini), Russo e Lucarini(o Salvi) ali, Pannelli e capitan Bolla centrale. I padroni di casa dovrebbero confermare il sette che sabato scorso ha violato l’ostico campo di Cingoli. Fischio d’inizio alle ore 18,00 agli ordini dei signori Luchini-Filippucci. Under 18: Nel campionato nazionale l’Ascoli, dopo aver dato confortanti segni di miglioramento la scorsa settimana contro la capolista Cingoli, gioca domenica mattina alle 11,00 al Palacquaviva i pari età del Teramo. La gara affidata alla coppia arbitrale Chiarello-Pagaria. E.C.