ALESSANDRINI HA VINTO IL 12° SLALOM DI ASCOLI PICENO

alessandriniAscoli Piceno – Il forlivese Arturo Alessandrini su prototipo Osella Pa9-Honda ha vinto per la terza volta lo Slalom “Città di Ascoli Piceno”, giunto alla 12^ edizione. La gara, organizzata dall’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo e dal Gruppo Sportivo si è disputata in una bella domenica di sole ed ha visto grande battaglia solo dietro al favorito Alessandrini ed ai fratelli specialisti Di Gioia di Lucera. Attilio Bruno si è purtroppo dovuto ritirare per rottura del motore, mentre Michele bloccato dal cambio nella prima manche, dopo mille peripezie è riuscito a segnare il secondo tempo nella seconda. Ad Alessandrini è bastato segnare il tempo di 3’12”2 nella prima salita per conquistare l’assoluto di giornata. Terzo assoluto il pescarese Graziano Frattarola vincitore di gruppo N con la 106, che ha migliorato nella seconda salita, poi quarto Giordano Di Stilio migliore di gruppo A, che ha preceduto il migliore ascolano Valerio Lappani su Saxo. Solo sesto il vincitore della scorsa edizione Franco Ricci, che dopo aver abbattuto un birillo non ha potuto migliorare nella seconda manche per la rottura di un semiasse della sua Clio. Diversi gli abbattimenti dei birilli in gara a riprova del grande impegno e la grande grinta messa in mostra dai protagonisti. La manifestazione ha avuto il supporto del Comune di Ascoli Piceno, di Vulcangas, Tipografia Da.Sa. e Concessionaria Renault Safety-Car. Le premiazioni effettuate presso il Liceo artistico Osvaldo Licini hanno visto la presenza del sindaco Guido Castelli e dell’assessore allo sport Masssimiliano Brugni. Il prossimo appuntamento ascolano per piloti ed appassionati è fissato al 20-22 luglio con la 51^ Coppa Paolino Teodori, la cronoscalata Colle San Marco-San Giacomo, valida come nona prova del Campionato Italiano Velocità Montagna, oltre che per il Challenge Internazionale e la Coppa Europa della Montagna. Classifica assoluta: 1° Alessandrini (Osella Pa9-Honda) p.193,81; 2° Di Gioia M. (Fiat 127 Sport) p.206,74; 3° Frattarola (Peugeot 106 S16) p. 211,51; 4° Di Stilio (Peugeot 106 S16) p.212,81; 5° Lappani (Citroen Saxo Vts) p.214,64; 6° Ricci (Renault New Clio) p.214,77; 7° Marconi (Volkswagen Golf Gti) p. 217,65; 8° Romoli E. (Fiat 700 Giannini) p. 221,19; 9° Campetti (Fiat Uno 70) p.223,00; 10° Forti (Peugeot 106 S16) p.223,22.