ARQUATA, il nuovo assetto societario e tecnico.

altARQUATA – A pochi giorni dall’inizio della stagione 2010-2011, che vedrà la compagine del presidente Marco Mongardini cimentarsi, per la prima volta nella storia della società nel campionato di Promozione raggruppamento B, l’Arquata Foot Ball Club si presenta ai suoi supporter e al pubblico in edizione riveduta e corretta sia a livello societario che tecnico. Si è riunito il direttivo uscente che ha, dopo approfondito dibattito, confermato e deliberato le nuove cariche per il prossimo mandato. Confermato al vertice della società Marco Mongardini. Come pure, Luigi Fiori alla vice presidenza. New entry: Bruno De Nicola nelle funzioni di Direttore Sportivo e Luigi Palestini (vice presidente Aiac) Team Manager-Segreteria. Tre i Dirigenti accompagnatori, tutti confermati: Sandro Onesi, Lucio Onesi e Massimiliano Merlonghi. Dimissionario l’ex dirigente Walter Di Matteo. Per quanto concerne invece, la prima squadra, si parte con rinnovato spirito ed entusiasmo, dopo i risultati conseguiti negli ultimi anni. Confermato, nella quasi totalità, lo zoccolo duro dell’ultima stagione, ma con molti movimenti in entrata e pochi in uscita. Si comincia, come già noto, con l’allenatore Roberto Vagnoni, ex Atletico Piceno. Questi, invece, i 23 giocatori che compongono la rosa di prima squadra. Portieri: Paolo Simonella, Jonathan D’Ambrogio e Ugo Vitelli. Difensori: Dion Michael Gibbs, Stefano Cafini, Federico Sciamanna, Claudio Armillei, Flavio Piergallini, Valerio Vittori e Ibrahim Moreau Serigne. Centrocampisti: Papacerno Ba, Gabriele Langiotti, Benito Ciabattoni, Primaldo De Prezzo, Nicola Buffa, Federico Silvestri e Alex Barraco. Attaccanti: Alex Mansfield Gibbs, Paolo De Luca, Davide Pallotta, Guido Crocetti, Claudio Pierantozzi e Franco Angelini. Infine, lo staff tecnico si completa con Max Lattanzi, preparatore atletico e Ugo Vitelli preparatore portieri. Antonino Paolo, Massaggiatore e Massimo Mercuri Fisioterapista contribuiranno, con le loro sapienti mani, a tenere in forma i giocatori.