Ascoli-Bari 2-0

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Ascoli continua ad onorare il campionato e super un bari non trascendentale. I risultato finale di 2-0 poteva essere anche superiore se il bomber Soncin non falliva un calcio di rigore.

L’ascoli di mr iaconi  si dispone con classico 4-4-2 con taibi in Porta in difesa  nastos e aquilanti come esterni  Melucci e Siniscalchi a centrocampo sulle fasce Sommese , guberti e coppia centrale Luci, di donato e in attacco la coppia bomber Bernacci, soncin. Il bari di mr Conte  messo in campo con una formazione ampiamente rimaneggiata  con un speculare 4-4-2  con gillet in porta esterni difensivi  Galasso e Marchese  centrali Esposito, Masiello a centrocampo si presenta con Bonanni,Rajcic, Gazzi e Strambelli e la coppia di attacco Ganci, lazzafame. La formazione bianconera entrata in campo concentrata per evitare brutte figure, e proseguire la rincorsa ad un settimo posto, si rendeva  subito pericolosa con Guberti che, di testa, manda la palla di un soffio al lato della porta difesa da Gillet, al 10’ fallo di mano in area barese di Masiello ma  l’arbitro in buona posizione lo giudica involontario e lascia proseguire, al 19’ Bernacci non riesce, ad un passo da Gillet, a finalizzare un cross di Sommese e a trovare la deviazione vincente, al 21’ nuovamente la formazione bianconera  gran tiro dai 20 metri di Sommese ma  Gillet è bravo a deviare in angolo, al 29’ conclusione debole di Luci da buona posizionenuovamente Gillet blocca con sicurezza,al 30’ prima occasione per il  Bari in contropiede con Lanzafame per Bonanni, che, dai 20 metri, non centra lo specchio della porta, al
37’ nuovo tentativo di Lanzafame dal limite dell’area di rigore bianconera ma la  palla sfila di poco alta sulla traversa, al 38’ si vede per la prima volta Taibi con una parata ravvicinata su tiro di testa di Lanzafame, al 40’ primo  ammonito della gara  Masiello del bari, al 43’ il barese  Rajcic salva sulla linea di porta un tiro di testa di Bernacci, al 44’ ancora pericoloso l’Ascoli con Soncin, che, di testa, colpisce l’esterno del palo, la gra termia con il 45 minuto senza recupero. La seconda frazione riprende come si era conclusa laprima frazione con la compagine bianconera in attacco e al  2’ s porta in vantaggio  con uno stupendo gol di Guberti con un destro dai 20 metri, al 5’ seconda  ammonito il barese Bonanni, al 6’  ennesima occasione gol per l’Ascoli con Nastos, che, di testa, manda la palla di poco fuori, al 19’ l’ascoli raddoppia con la seconda marcatura personale di  Guberti,con un bellissimo tiro dai 25 metri, al 28’  terza ammonizione ancora un barese a discapito di Kamata; al 33’ altra occasione gol con Guberti, con la palla a fil di palo, al 40’ calcio di rigore per l’Ascoli  Soncin ha l’ccasione di incrementare la sua quota gol stagionale ma  Gillet non è d’accordo e in due tempi blocca il tiro.
Dopo 5’ di recupero termina la partita: Ascoli batte Bari 2-0.

 ASCOLI: Taibi, Melucci, Guberti, Bernacci (43’ s.t. Raffaello), Nastos, Di Donato (35’ s.t. Belingheri), Sommese (27’ s.t. Pesce), Luci, Aquilanti, Siniscalchi, Soncin. A disp. Pennesi, Uliano, Bellusci, Gaeta. All.Iaconi

BARI: Gillet, Esposito, Lanzafame, Rajcic, Ganci (20’ s.t. Kamata), Gazzi, Strambelli (6’ s.t. Statella), Galasso, Marchese, Bonanni (22’ s.t. Santoruvo), Masiello. A disp. Spadavecchia, Santoruvo, Ladino, Stellini, Desideri.
All.: Conte

Arbitro: Sig. Cavarretta
Assistenti: Sigg. Padovan e Manzini
IV° Ufficiale: Di Francesco

Print Friendly, PDF & Email