Ascoli da urlo, espugnata Ancona al 93′

L’ascolano Giorgi regala il gol vittoria dopo che i dorici al 90′ avevano pareggiato l’iniziale vantaggio di Antenucci. Gara nervosissima: 5 espulsi!

 

 

ANCONA – Nel segno di un ascolano. La prima vittoria in campionato dell’Ascoli al Del Conero non poteva arrivare diversamente. Gigi Giorgi, entrato a metà secondo tempo, ha condotto squadra e tifosi dall’inferno al paradiso nel giro di tre minuti. Responsabile, al 90′, del pareggio dei dorici, per aver lasciato in mezzo all’area Cristante libero di battere Guarna di testa sugli sviluppi di un corner, si rifà dopo neanche tre minuti superando in area due difensori biancorossi e battendo Da Costa proprio sotto la curva dove erano sistemati i quasi 2000 tifosi bianconeri. Un esplosione senza precedenti, una gioia immensa, proprio perchè arrivata quando l’ennesima beffa e vecchi fantasmi da derby sembravano essersi nuovamente materializzati. Ma il destino questa volta ha ridato all’Ascoli buona parte di ciò che in passato gli aveva ingiustamente tolto. Una vittoria ottenuta così vale due, tre, mille volte di più. E riscatta anche la prima sconfitta in campionato dell’Ascoli contro l’Ancona al Del Duca del derby dell’andata. Pillon mette la ciliegina sulla torta al suo campionato.

LA GARA- Non c’è Bernacci nell’Ascoli, mentre Mastronunzio nell’Ancona recupera per andare a fare coppia con l’altro ex bianconero Colacone. Antenucci, anche lui un ex della gara, mette la sua firma sulla partita portando i bianconeri in vantaggio al 25′. Ad inizio secondo tempo l’Ancona rimane in 10 per espulsione per doppia ammonizione di Zavagno. Pillon, anziché provare a chiudere la gara toglie una punta, Lupoli, e mette D’Agostino per cercare incursioni sulla destra. La gara si fa sempre più nervosa. Al 61′ Micolucci e Cosenza vengono quasi alle mani e Trefoloni li butta fuori tutti e due: 10 contro 9. Antenucci divora a porta vuota il gol del ko, l’Ancona prende coraggio, soprattutto dopo che al 77′ D’Agostino si fa ingenuamente cacciare per un tentativo di testata alla Zidane verso un avversario. Ribadita la parità numerica i dorici ci credono e al 90′ su calcio d’angolo pareggiano. Al 93 Giorgi entra in area, riceve la sponda di Antenucci e da pochi passi di sinistro batte il portiere dorico. Nei tre minuti restanti espulso anche l’autore del momentaneo pareggio Cristante.