Ascoli, MONTICELLI vs CIABBINO, LA STRACITTADINA

altASCOLI – Se fosse vero che la consapevolezza nei propri mezzi aumenta con i risultati positivi il Monticelli, grazie alla vittoria ottenuta in trasferta contro la Torrese nel turno precedente, ha aggiunto un altro tassello a questo processo di crescita verso l’apoteosi. Ma la strada è lunga e di ostacoli, da superare, sono ancora tanti. Sabato prossimo, in occasione dell’ennesima stracittadina con il Ciabbino, il velodromo “Bartolini” si tingerà di colori biancoazzurro. Colori che accomunano i due club. Si sfideranno, due formazioni, che vanno per la maggiore nel raggruppamento D di Prima categoria e che in classifica occupano posizioni di tutto rispetto: Monticelli sul gradino più alto del podio e Ciabbino in zona play off. La capolista torna così a giocare  in casa con i cugini. Lotta fratricida e che le vedrà protagoniste, ma anche sfida dai molti risvolti e attese. I due tecnici alla vigilia della stracittadina. “Sulla carta partita proibitiva e condizionata dalle dimensioni del campo. Sui campi piccoli la mia squadra ha grosse difficoltà – precisa il tecnico del Ciabbino Azzanesi -. Comunque, non andremo a fare barricate. Ce la giocheremo sperando nel colpaccio”. Filippini a sua volta: “Derby, come sempre, aperto ad ogni pronostico. Cercheremo di farlo nostro per confermarci squadra leader del girone. Ma non sarà facile visto la caratura dei cugini che non vanno sottovalutare. Importante, l’approccio alla gara”.       (Giuseppe Capasso)